Discarica a Pratobello, l’appello dei sindaci

FONNI. «È una discarica a cielo aperto, una discarica per la quale, alla fine dei conti, pagheremo tutti. Serve più educazione civica e rispetto degli spazi comuni. Spendiamo già 80mila euro all’anno...

FONNI. «È una discarica a cielo aperto, una discarica per la quale, alla fine dei conti, pagheremo tutti. Serve più educazione civica e rispetto degli spazi comuni. Spendiamo già 80mila euro all’anno per ripulire zone come questa». È abbastanza sconfortata, il sindaco di Fonni, Daniela Falconi, ma decisa anche a reagire e a dare una scossa ai suoi compaesani e non solo. Ieri mattina, infatti, insieme al sindaco di Orgosolo, Dionigi Deledda, ha voluto fare un sopralluogo nella zona di Pratobello perché proprio in quell’area, nei giorni scorsi, il Gruppo d’intervento giuridico, aveva segnalato la presenza di un mucchio di rifiuti abbandonati e potenzialmente pericolosi. Quella stessa segnalazione, il gruppo di intervento giuridico, l’aveva presentata anche in Procura e alla Forestale. I due sindaci, dunque, si sono mossi subito per constatare di persona la situazione e per evitare di incorrere in sanzioni. Ieri mattina, dunque, le due amministrazioni hanno fatto tappa a Pratobello e il sopralluogo ha confermato quanto avevano segnalato gli ambientalisti. Ma Daniela Falconi, tuttavia, è decisa a non subire ancora una volta le conseguenze dell’inciviltà di qualcuno. Così, questa volta, lancia un richiamo e un appello ai suoi compaesani. «A parte l’abbandono e il degrado del luogo – spiega anche attraverso un post su Facebook – dire che c’è una discarica è poco: c’è veramente di tutto, dagli inerti, alle gomme, alle lattine di birra. Chi paga? Già lo sapete: il Comune. Ma non il Comune io. Il comune voi, cioè noi. Si abbandonano i rifiuti per strada e paga la comunità magari rinunciando a chissà quanti e quali servizi. Bello no? Io credo che non arrivino da Roma a buttarci tutto ciò che vediamo ogni giorno nelle nostre cunette».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes