nuoro
cronaca

Sviluppo, dieci sindaci a confronto 

Macomer, l’associazione Carrus promuove un dibattito sul futuro del territorio


01 giugno 2017 di Tore Cossu


MACOMER. “Progettiamo insieme la Città del Marghine” è il tema dell’incontro dibattito in calendario per venerdì 9 giugno, alle ore 18 presso il Centro servizi culturali di Macomer (ex caserme Mura) al quale interverranno i dieci sindaci dei comuni del Marghine per dare vita a un confronto di idee e proposte sui problemi del territorio e sulle strategie da adottare per risolverli e avviare un nuovo sviluppo territoriale. La conferenza è organizzata dall’Associazione Nino Carrus in collaborazione con l’Unione comuni del Marghine e con il patrocinio del Comune di Macomer.
I lavori verranno introdotti da Fausto Mura, presidente dell’associazione Nino Carrus. Interverranno tutti i sindaci del territorio: Antonio Succu (sindaco di Macomer e Presidente Unione di Comuni), Silvia Cadeddu (Birori), Francesco Manconi (Bolotana),Sebastiana Carboni (Borore), Francesco Caggiari (Bortigali), Ignazio Piras (Dualchi), Marcella Chirra (Lei), Federico Pirosu (Noragugume), Gian Pietro Arca (Silanus) e Luigi Demetrio Daga (Sindia). Non si tratta del solito dibattito nel quale ciascuno dice la sua con un’analisi del problema e una proposta di soluzione. L’Associazione Nino Carrus ha organizzato la tavola rotonda con una formula originale che indica il percorso della discussione. I sindaci dovranno rispondere a tre domande che sono: “Ha senso pensare di costruire la Città del Marghine”, “Quali proposte e progetti per lo sviluppo del Marghine” e “Quale strategia proponete per contrastare lo spopolamento dei nostri paesi”. Con le risposte dovranno esprimere il loro parere sul rilancio e il rafforzamento dell’unità del territorio (La città del Marghine) e indicare su quale progetto di sviluppo occorre puntare per superare la crisi in atto e stimolare la crescita delle comunità. «I sindaci e gli amministratori comunali del nostro territorio, almeno in questa prima fase, devono diventare i protagonisti di una nuova storia che deve portare necessariamente al superamento dei localismi vari per mirare, responsabilmente, alla costruzione di una forte unità politica sociale ed economica del territorio del Marghine», sostiene Fausto Mura, presidente dell’associazione Carrus.

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.