Un denunciato per armi ed esplosivo

Gavoi: la polizia lo sanziona anche, con 2 amici, per violazione delle norme Covid

GAVOI. È finita con una persona denunciata per il trasporto di materiale esplosivo, per il porto abusivo di armi, ma anche per aver violato le prescrizioni legate al contenimento del coronavirus, la serata trascorsa domenica 17 da alcuni giovani barbaricini. Era sera inoltrata quando gli agenti di una volante del commissariato di Gavoi, mentre facevano uno dei soliti giri di controllo del territorio, hanno avvistato un’auto con alcune persone a bordo che si aggirava nei pressi del cimitero del paese. Gli agenti hanno deciso dunque di avvicinarsi all’auto per accertare chi fossero le presenze al suo interno e se, soprattutto, avessero i permessi per girare in auto insieme, quando ancora le norme figlie della pandemia non consentivano certi spostamenti.

Dentro l’auto c’erano tre giovani: uno di Gavoi e due di Nuoro. «Ci date i vostri documenti, patente, libretto e autocertificazioni», hanno chiesto loro gli agenti della Volante. Ma i tre, a quanto pare, a quel punto, non hanno saputo dare una risposta che giustificasse la loro presenza fuori casa insieme nella stessa auto. E per questo sono stati sanzionati per la violazione delle misure imposte per il contenimento del Covid 19. E mentre compilavano i loro atti, i poliziotti, che evidentemente si erano insospettiti dall’atteggiamento dei tre ragazzi, hanno deciso di perquisire l’auto. E all’interno hanno trovato due potenti petardi di fattura artigianale un coltello con lama di 7 cm e mezzo, e una roncola con lama di 20 centimetri e mezzo. Il conducete dell’auto è stato, quindi, denunciato per il trasporto del materiale esplodente e per la detenzione delle armi. Lo stesso giovane, inoltre, sarà sottoposto a procedimento volto alla irrogazione della misura di prevenzione dell’avviso orale del questore.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes