Oggi in Comune la presentazione del Piano strategico di sviluppo

GADONI. Il Comune di Gadoni presenta il Piano strategico, organizzando un incontro sul tema dello sviluppo locale. La manifestazione avrà inizio oggi alle 18 nel centro polifunzionale del Comune....

GADONI. Il Comune di Gadoni presenta il Piano strategico, organizzando un incontro sul tema dello sviluppo locale. La manifestazione avrà inizio oggi alle 18 nel centro polifunzionale del Comune. Oltre gli amministratori del paese, un gruppo di esperti in pianificazione illustrerà tutte le misure che possono essere attivate grazie a erogazioni comunitarie e interventi nazionali. Il piccolo comune barbaricino è stato uno dei primi che ha creduto nella pianificazione strategica. Il sindaco Francesco Mario Peddio e il suo staff hanno quindi studiare tutte le misure di immediata attuazione. «Abbiamo predisposto – spiega il primo cittadino – un importante momento di conoscenza ed approfondimento elaborato unitamente al consulente professor Pani, teso ad incontrare cittadini, tecnici ed imprese per raccogliere le manifestazioni di interesse ed avviare i progetti di finanziamento». Dal risanamento dei debiti delle piccole e medie imprese, liquidità e rinegoziazione dei contratti in essere alla misura del 110% di sovvenzione per le ristrutturazioni per i privati e le misure a favore degli enti locali. In particolare vi sono poi le misure di sostegno e sviluppo per le imprese agricole che includono la possibilità di acquisto di aree e miglioramenti fondiari. «Si tratta di interventi importantissimi per il settore – aggiunge Peddio – che devono essere conosciuti e divulgati. Possono rappresentare una chiave di volta per le piccole aziende che abbisognano di sostegno per il miglioramento colturale e produttivo». Assieme a queste vi sono il finanziamento imprese turistiche al 100% e sovvenzioni di eccezionale intensità e le misure di programmazione negoziata. Altro passaggio importante sarà quello del marchio dei prodotti del parco minerario di Gadoni. «Brand e disciplinare per le produzioni artigianali – continua il primo cittadino – sono importantissimi per l’accesso delle eccellenze locali nel mercato ampio. Per questo abbiamo il compito di fare il possibile perché artigiani e produttori possano accedere ad ogni tipo di vantaggio». Il comune tenta quindi la via europea per dare risposte alla cittadinanza. Nella consapevolezza che la pianificazione con fondi regionali e nazionali non può essere sufficiente, la giunta Peddio punta sulle competenze per arrivare a risorse fondamentali per il riavviso economico del tessuto produttivo del paese.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes