Centro interparrocchiale lavori avanti senza sosta

Tortolì, il mega progetto della diocesi sarà presto una realtà vicino alla Caritas Il vicario generale don Cabras: «Un nuovo e importante punto d’incontro»

TORTOLI. Vanno avanti senza sosta i lavori di costruzione del complesso interparrocchiale, vicino alla sede della Caritas diocesana, in viale monsignor Virgilio, dov’è prevista la realizzazione di una casa canonica, saloni e anche aule. L’intervento edilizio della diocesi di Lanusei (che figura come ente appaltante insieme alla parrocchie San Giuseppe di Tortolì e Stella Maris di Arbatax) guidata dal vescovo Antonello Mura viene realizzato con il contributo dell’8 x mille per la Chiesa cattolica. La data di inizio dei lavori è del 10 luglio dello scorso anno, mentre quella di conclusione delle opere è prevista il 30 luglio 2021.

Per il vicario generale della diocesi, nonché direttore della Caritas diocesana Ogliastra, don Giorgio Cabras, il nuovo centro interparrocchiale che verrà realizzato nella lottizzazione Zinnias, lato attuale struttura della sede della Caritas di Tortolì «rappresenta un nuovo e importante punto d’incontro e di aggregazione non solo per Tortolì e Arbatax, ma per tutta l’Ogliastra».

Il nuovo complesso consta di due interventi. Si ritiene che servirà una dotazione finanziaria di circa 1,3 milioni di euro. Il primo già in fase di realizzazione, nei pressi della Caritas, vedrà la nascita del centro accoglienza, mentre l’altro che “guarda” in direzione Arbatax, riguarderà la realizzazione del grande oratorio (finanziato dalla Regione), che prevede anche la realizzazione di campi per varie attività sportive. Nella struttura di Tortolì, verrà costruita una “casa dell’accoglienza”, con 20 posti letto (temporanei) per persone senza dimora, o con problemi economici. Avrà anche un grande auditorium con oltre 600 posti per tenervi concerti, recite e altro; una grande sala polivalente; sale per i corsi professionali Cnos-Fap e di altri enti; altre sale per la formazione di operatori per gli oratori ogliastrini; saloni per incontri; uffici, laboratori. Oltre a questo verrà realizzata una moderna palestra attrezzata per varie attività, fra le quali corsi di ginnastica dolce per anziani. Il complesso interparrocchiale nella zona dell’ex stabilimento del tabacco, dovrebbe essere di circa 10.500 metri cubi. Si tratta di un intervento che servirà anche a riqualificare la zona. Il sindaco Massimo Cannas ha parlato di un progetto di grandissima rilevanza.

«Lo abbiamo appoggiato fin dall’inizio – ha detto – e lo seguiamo con grande attenzione, anche perché diventerà un grande centro di aggregazione che offrirà importanti servizi non solo a livello locale, ma per tutto il territorio».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes