Consorzio, Guiso verso la riconferma

Elezioni all’ente di bonifica, in testa il presidente uscente Nella “seconda fascia” il più votato è Giovanni Frau

SINISCOLA. Massiccia affluenza alle elezioni per il rinnovo del consiglio dei delegati all’interno del Consorzio di Bonifica della Sardegna centrale. Domenica si sono svolte le operazioni di voto che hanno restituito all’ente un consiglio in parte rinnovato: agli uscenti e neo eletti (Antonio Fronteddu, Ambrogio Guiso, Francesco Frau, Antonello Buttu, Stefano Ferranti, Michele Arcangelo Ena, Giovanni Frau, Andrea Pala, Marco Carzedda, Ignazio Luigi Funedda, Lucio Carta) si sono aggiunti Quirico Ruiu, Fabrizio Masala, Antonio Moro, Gianmarco Meloni, Claudia Secci, Giacomo Monne, Costanzo Salaris e Matteo Carta.

Tra i candidati il lulese 52enne Ambrogio Guiso imprenditore agricolo e presidente uscente con 55 voti è stato il più votato dai votanti di prima fascia (426) mentre e Giovanni Frau 58 anni di Orosei è stato il candidato più votato con 222 voti tra i consorziati di seconda fascia (4348 aventi diritto). «L’ottima partecipazione dei consorziati alle elezioni rappresenta un’altra conferma del buon funzionamento dell’ente e della buona qualità del lavoro portato avanti», dice il presidente uscente Ambrogio Guiso. «Un tassello che si aggiunge alla approvazione del bilancio a luglio scorso attraverso il quale è emersa una situazione economica in positivo e con una massiccia progettualità per opere fondamentali per lo sviluppo del territorio. Non possiamo che guardare con fiducia al futuro dell’ente per il quale si continuerà a lavorare senza sosta anche in questo periodo che intercorre tra le elezioni del consiglio dei delegati, la nomina del presidente e del Cda. Un risultato che ci entusiasma perché conferma che la base associativa è partecipe e ha a cuore il futuro dell’ente».

Con la lista unitaria espressa con l’accordo di Coldiretti, Cia e Confagricoltura si è voluto dare un segnale di unità di intenti per il vasto comprensorio che comprende ben 33 Comuni, la maggior parte dei quali in provincia di Nuoro ma con una estensione che va a toccare anche le provincie di Oristano e Sassari per una superficie complessiva di 127 mila ettari. L’elezione del presidente e del Cda all’interno del neo consiglio dei delegati, è ora prevista alla conclusione delle procedure di verifica da parte della Regione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes