«La Caletta, lavori al porto per 3 milioni di euro»

Il sindaco di Siniscola Gian Luigi Farris: presto miglioreranno i servizi anche nell’area pescatori

SINISCOLA. «Parliamo del pontile E: dotato di servizi a pagamento, di cui le barche passeggeri usufruiscono pagando un corrispettivo che viene reinvestito per effettuare manutenzioni e migliorie nell’intera area portuale. Non è stato realizzato con Fondi europei per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) ma con Fondi europei di sviluppo regionale (Fesr) come più volte abbiamo ribadito». È il sindaco Gian Luigi Farris a mettere i puntini sulle “i” dopo una recente polemica. «Se quel pontile è stato collaudato – ricorda il primo cittadino di Siniscola – è merito nostro. Invece chi si lamenta è proprio colui che con arroganza, nei 10 mesi che il pontile non viene utilizzato dalle motonavi, occupa il posto abusivamente, senza pagare il canone e con la stessa arroganza tratta il personale del porto». Le uniche “manovre di palazzo”, come le definisce qualcuno, sono state fatte per migliorare la situazione generale del porto, assicura Farris. «Si sta per ultimare la sostituzione dei corpi luminosi – elenca subito dopo –, è stato affidato l’incarico alla ditta che eseguirà i lavori per la realizzazione dell’impianto antincendio in tutto il porto, zona parcheggi compresa. Recentemente è stato affidato l’incarico di progettazione per un totale di 3.000.000 di euro per lavori di miglioramento della viabilità, creazione di parcheggi, verde pubblico, completamento degli impianti e miglioramento dei servizi (area pescatori compresa), erano anni che non venivano fatti interventi di tale portata nell’area portuale gestita dai Comuni di Siniscola e Posada» sottolinea ancora il sindaco Gian Luigi Farris. «Ricordiamo che la gestione dei posti barca dei pescherecci non è di pertinenza dell’amministrazione comunale bensì della Capitaneria di porto – precisa il sindaco di Siniscola –, il Comune si occupa della manutenzione delle aree, smaltimento degli oli esausti e dei rifiuti delle imbarcazioni, a costo zero per la categoria. Siamo stati e saremo sempre disposti ad ascoltare e dove possibile ad esaudire le richieste dei pescatori, perché riconosciamo il loro valore, ma solo quando queste richieste vengono fatte con onestà e lealtà intellettuale e non solo per puro spirito esibizionistico, come nel caso in questione» ironizza il sindaco. «In questo momento il problema più importante è quello dell’acqua e per questo abbiamo trovato una soluzione, seppur temporanea, per l’approvvigionamento, in attesa che si realizzino gli impianti definitivi con appositi contatori» chiude Farris.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes