Siniscola, tre minorenni accusati del tentato omicidio del 15enne finito giù da un ponte

I carabinieri hanno individuato i ragazzini che sono stati collocati in comunità secondo la disposizione del Gip del tribunale dei minori di Sassari

SINISCOLA. I Carabinieri della Compagnia di Siniscola, a conclusione di articolata indagine hanno dato esecuzione nei comuni di Siniscola e Nuoro a un’ordinanza che dispone il collocamento in comunità per tre minori, emessa dal GIP presso il Tribunale per i minorenni di Sassari, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Sassari.

Gli indagati sono ritenuti responsabili del tentato omicidio aggravato commesso a Siniscola nel pomeriggio del 15 gennaio, quando i tre, dopo aver incontrato la vittima, loro coetaneo, l’avevano violentemente aggredita, prima tentando di strangolarla poi colpendola al volto tenendo in mano una pietra ed infine spingendola da un ponticello ad un’altezza di circa 3 metri. 

Il provvedimento cautelare giunge al termine di una attività d’indagine della Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Sassari guidata dal Procuratore Dott.ssa Luisella Paola Fenu. Il quadro indiziario ha pienamente evidenziato la gravità della condotta, gli eventi puntualmente ricostruiti dai Carabinieri, grazie alle indagini avviate nell’immediatezza e condotte a ritmo serrato sotto la direzione della Dottoressa Roberta Del Giudice, Sostituto Procuratore della Repubblica della Procura presso il tribunale per i minorenni, non hanno lasciato ombre, facendo emergere dettagli e particolari, portando in breve tempo all’emissione del provvedimento restrittivo. Ultimo tassello: il movente, riconducibile con ogni probabilità ad una ragazza, contesa tra la vittima ed uno degli aggressori.  

WsStaticBoxes WsStaticBoxes