Bosa dà il via all’operazione “pulizia”

L’8 febbraio parte il nuovo piano di spazzamento. La città sarà divisa in aree

BOSA. Prenderà avvio l’otto febbraio il nuovo piano dello spazzamento e del diserbo settimanali nella città del Temo. «Un lavoro impegnativo avviato la scorsa estate dall’assessora Carmen Mariani», ricorda l’attuale responsabile alla differenziata Federico Ledda. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di rendere più pulita e accogliente la cittadina del Temo, e per questo viene richiesta la collaborazione dei cittadini. Il nuovo piano ha richiesto tempo ed energie, sottolinea l’assessore Ledda. «Un difficile puzzle da costruire, perché è stato necessario tenere conto della toponomastica, degli orari e giorni in cui intervenire, compatibilmente con le esigenze della città».

Insomma un gioco a incastri nel rispetto degli orari di ingresso e uscita dalle scuole, di quelli delle attività commerciali, del traffico nelle diverse zone urbane, della necessità di rimozione delle auto dalle zone dove dovranno intervenire mezzi e operai per la pulizia ed il diserbo. «Per questo si è concentrata la pulizia delle zone più trafficate nelle prime ore del mattino, mentre più tardi nei quartieri» sottolinea il responsabile comunale alla differenziata. Che lancia una sorta di appello, valido soprattutto nelle prime fasi del nuovo calendario. «È fondamentale l’apporto della popolazione nel collaborare a liberare le vie dalle auto in modo da poter operare nel modo più puntuale e preciso possibile».

La puntualità della pulizia garantirà strade e marciapiedi liberi dalle foreste di erbe infestanti e zone urbane quanto più pulite ed ordinate possibile, con un intervento a cadenza settimanale, altri aspetti richiamati da Federico Ledda. «Sarà necessaria pazienza e spirito di adattamento nel primo periodo di effettuazione servizi, dove probabilmente emergerà qualche problema. Sono però certo che, chiuso il periodo di “rodaggio”, il servizio sarà preciso e puntuale».

Tecnicamente la città è stata divisa in aree, ciascuna di un colore diverso per facilitare l’individuazione da parte dei residenti, attraverso un calendario che sarà possibile consultare al più presto.

«Nel centro storico si è deciso di intervenire con un operatore di quartiere, che curi costantemente la pulizia delle strade in acciottolato. Maggiore attenzione sarà garantita per il Corso e le vie limitrofe, più trafficate», conclude Federico Ledda.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes