Arbatax, via al fenomeno del “boat & breakfast”

Al Turismar ormeggiano yacht di lusso usati come alberghi galleggianti La storia di Patrick Smet che trasferirà il suo Yanika nel mare di Villaputzu

ARBATAX. Dal bed&breakfast, al boat & breakfast (dormire e fare colazione, in una delle cabine, con bagno privato, di yacht o altre imbarcazioni ormeggiate in porto), il passo è breve. Il boat & breakfast è già operativo da tempo, nel porto turistico Turismar, in due imbarcazioni: un Sanlorenzo yacht e anche un altro luxury yacht di 38 metri, costruito in Turchia nel 1997, lo Yanika, adattato ad Arbatax, e diventato poi, dopo anni, un boat&breakfast.

«Entro la fine del prossimo mese di aprile – dice Patrick Smet, pensionato belga di 64 anni – trasferirò il mio super yacht adattato a boat & breakfast, da Arbatax allo scalo turistico di Porto Corallo (Villaputzu), dove opererò fornendo servizio camere (cabine) e colazione. Per realizzare questo progetto ho lavorato per oltre tre anni e mezzo, effettuando molte modifiche. Non è ancora terminato del tutto, ma ho adattato dieci cabine doppie, 12 bagni privati (ognuno è completo di doccia, asciugacapelli e set di cortesia). Lo Yanika – prosegue il proprietario – dispone di due ponti, con una vera e propria grande terrazza».

Patrick Smet è orgoglioso del duro lavoro che ha compiuto per tanti anni ad Arbatax, sul suo luxury yacht che andrà a essere ormeggiato a Porto Corallo, nel Sarrabus, ai confini con l’Ogliastra.

Insieme al pensionato ci saranno la moglie e l’inseparabile pastore tedesco, che ama stare sul ponte, a prua.

«Ho scelto di andare a fare boat & breakfast, con il mio yacht Yanika da 38 metri fuori tutto a Porto Corallo, nella marina di Villaputzu – prosegue il 64 enne belga – perché qui in Ogliastra, nel Marina Turismar ci sono già alcune altre grosse imbarcazioni che lo offrono da diverso tempo. Sarebbe stato come cercare di fare concorrenza in un segmento dei servizi del mondo della nautica da diporto – aggiunge convinto Patrick Smet – che in questa zona deve ancora crescere. Per cui, ho scelto di trasferirmi a Porto Corallo, dove offrirò un nuovo e importante servizio alla costa».

Il porto turistico nella marina di Villaputzu, da fine dicembre 2019 è in gestione alla Turismar, che ha già il Marina di Arbatax.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes