Parchi geominerari e turismo, un progetto internazionale

GADONI. Gadoni sarà partner di un progetto di un anno chiamato Geo Med Gis, che prevede azioni di cooperazione internazionale con l’obiettivo di incentivare e promuovere le capacità di utilizzare il...

GADONI. Gadoni sarà partner di un progetto di un anno chiamato Geo Med Gis, che prevede azioni di cooperazione internazionale con l’obiettivo di incentivare e promuovere le capacità di utilizzare il territorio in maniera sostenibile e in particolare incentivare il turismo nel territorio sud-orientale della Tunisia. Si parte dalle grandi possibilità offerte dai parchi geominerari, infatti Geo Med Gis e prevede una serie di scambi e importanti collaborazioni fra la Sardegna e la Tunisia, per favorire la vicendevole conoscenza di buone prassi in fatto di valorizzazione di siti e giacimenti minerari per la nascita del Geo parco del Sud Est tunisino. Domani, proprio nel paese del Mandrolisai alle 15 e 30 nel Centro polifunzionale in piazza Santa Maria ci sarà la presentazione del progetto che è finanziato dalla Regione Sardegna e voluto dall’associazione Asecon, organizzazione non governativa. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il parco geominerario della Sardegna, l’istituto di geologia ambientale e geoingegneria di Milano, l’Office National des Mines di Tunisi, le amministrazioni comunali di Masullas e Gadoni e l’associazione di volontariato Amici di Sardegna. All’incontro parteciperanno il sindaco di Gadoni Francesco Peddio e il consigliere comunale delegato, Alessandro Nocco, l’amministrazione comunale di Gadoni, la presidente dell’Asecon Roberta Manca e il Consulente Alberto Marini, il presidente del Geoparco della Sardegna, Tarcisio Agus e Roberto Copparoni, Presidente dell’Associazione Amici di Sardegna. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes