Fondi per il canile, Elisabetta Canalis sostiene la raccolta

BOSA. Elisabetta Canalis ha contribuito alla raccolta fondi promossa dall’associazione animalista “Speranzampetta” per la nascita nella città del Temo di un canile rifugio. «Una donazione generosa»...

BOSA. Elisabetta Canalis ha contribuito alla raccolta fondi promossa dall’associazione animalista “Speranzampetta” per la nascita nella città del Temo di un canile rifugio. «Una donazione generosa» sottolineano dalla Onlus, che opera da anni in riva al Temo in favore degli amici a quattro zampe più sfortunati e che sta raccogliendo fondi attraverso un’iniziativa lanciata in rete su GoFundMe. Bosa infatti, come la Planargia, non ha un canile rifugio e spende cifre importanti per il sostentamento dei randagi ricoverati in altre strutture dell’isola. «Solo in Sardegna si contano 70mila cani randagi mentre i canili rifugio sono solo 40. Per questo – dicono – mettiamo a disposizione, da anni, tempo ed energie per cercare di destinarli verso un luogo dove possano essere accuditi, in attesa di una famiglia che li adotti». (al.fa.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes