Il nuovo mago dell’e-commerce è di Macomer

Sandro Pireddu, 53 anni, direttore generale di vendita dell’azienda Celli del brand Acqua Alma

MACOMER. Ha iniziato la sua attività lavorativa, subito dopo il diploma, nel settore del largo consumo dove ha fatto esperienze di vario tipo, dal marketing alle strategie di vendita e alla creazione e gestione di reti commerciali. Sandro Pireddu, macomerese di 53 anni, dopo tanti anni di esperienze manageriali attualmente si trova alla guida del primo polo e-commerce nel mondo dell’erogazione di bevande e direttore generale di vendita a livello nazionale dell’azienda Celli del brand Acqua Alma. Pireddu, tra i primi incarichi, ha lavorato nella storica ditta Vinci di Macomer come dirigente del reparto acquisti e ha gestito per anni la vasta rete di market affiliati nel territorio regionale e subito dopo come responsabile commerciale per l’isola del gruppo Real del Calzificio Queen.

Importante poi l’esperienza di oltre sette anni con il gruppo alimentare milanese San Carlo inizialmente come capo area della rete commerciale per la Sardegna e subito dopo come responsabile dell’area manageriale per il centro Italia. All’azienda Celli è arrivato inizialmente come consulente manageriale dove ha realizzato una rete di oltre 60 distributori di Acqua Alma in tutta Italia e ora direttore generale di vendita.

Il Gruppo Celli è leader globale nel settore degli impianti e accessori per la spillatura di bevande fondata nel 1974 con sede a San Giovanni in Marigniano nel riminese e conta circa 600 dipendenti in sette stabilimenti produttivi, tre in Italia e altrettanti nel Regno Unito, ed esporta i prodotti in oltre cento paesi nel mondo.

Sandro Pireddu, responsabile commerciale gruppo Celli: «L’azienda si batte da anni per far conoscere i benefici della spillatura, dalla qualità della bevuta al tema sempre più sentito della sostenibilità ambientale. I nostri driver di crescita saranno l’e-commerce btb nel canale horeca. Il nuovo servizio btc con il nostro brand Acqua Alma porterà la tecnologia Celli nelle case degli italiani oltre a bar, ristoranti, alberghi e altri locali, per convertire l’attuale modello di consumo di acqua in bottiglia in una logica di sostenibilità ambientale ma anche economica. Se in tutti i condomini d’Italia fossero installati erogatori d’acqua, i consumatori Italiani risparmierebbero quasi un miliardo di euro l’anno e 138mila tonnellate di plastica».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes