Argento a Lione per la birra Merdule

Ottana. Riconoscimento per le bionde “etniche” della Shardana Beer Brohers

OTTANA. Dopo l’importante riconoscimento per la birra Boe del Luppolo d’oro 2020, la giovane azienda brassicola Shardana Beer Brohers, con sede ad Assemini e radici storiche e, stando ai nomi delle birre, anche etniche, a Ottana, si è aggiudicata un altro premio, stavolta internazionale: la bionda Merdule ha vinto la medaglia d’argento al prestigioso Councours international de Lyon, in Francia, nella categoria Helles. Lione, capitale mondiale del gusto e della gastronomia, ospita ogni anno il concorso internazionale con una selezione dei migliori prodotti gastronomici del mondo. Nel 2021 sono stati 43 i paesi rappresentati con oltre novemila e 300 campioni. Per la categoria delle birre sono stati 70 gli stili in concorso, con mille e 632 birre partecipanti. «Non ci aspettavamo di conquistare premi così prestigiosi in così poco tempo – hanno commentato i tre soci dell’azienda, Diego Pilia, Pino Dessì e Riccardo Spanu –. Come si dice in questi casi, non c’è due senza tre. Ora aspettiamo che anche l’altra nostra birra, denominata sa filonzana chiuda il cerchio fatto di tradizione e passione». La società Shardana Beer Brothers è nata nel febbraio 2019 grazie alla passione per la birra di tre amici fraterni, Riccardo Spanu di Ottana, un passato da assessore comunale alla Cultura, Diego Pilia e Pino Dessì, entrambi di Assemini. A quest’ultimo va il merito di essere l’autore delle ricette che hanno trasformato una passione in impresa, facendo sì che i tre brothers mettessero a disposizione di tutti gli appassionati le birre che più piacevano a loro, dando ai loro prodotti tre nomi storici delle maschere di Ottana: boe, merdule e filanzona. Ma quella per la birra non è l’unica passione che accomuna i tre soci-amici. Il carnevale di Ottana, con le sue maschere, è la calamita che ha fatto incontrare i tre soci rendendo, di fatto, ottanesi ad honorem Diego Pilia e Pino Dessì. Ed è così che si spiega l’intreccio tra Barbagia e Campidano che caratterizza la giovane azienda Shardana Beer Brothers. È da questo incontro di terre di Sardegna che deriva, infatti, il nome delle tre birre di loro produzione: merdule, una munich helles dal gusto beverino, ma deciso, filonzana, la stout dai sentori di caffè e cioccolato e boe, una bock dal gusto forte, schiuma intensa e colore ambrato.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes