Marcia per la sanità dopo Tonara le nuove tappe della protesta

TONARA. Decine di manifestanti a Tonara domenica mattina, quando il paese è stato invaso dai partecipanti alla settima marcia per la sanità organizzata dal Comitato Sos Sanità Barbagia Mandrolisai....

TONARA. Decine di manifestanti a Tonara domenica mattina, quando il paese è stato invaso dai partecipanti alla settima marcia per la sanità organizzata dal Comitato Sos Sanità Barbagia Mandrolisai. Una marcia colorata dai numerosi striscioni che riportavano però una voce sola: la sanità del Nuorese e del Mandrolisai non si tocca. Messaggio chiaro agli amministratori di un servizio che se dà una parte da segnali incoraggianti (la nomina dopo dieci mesi del diabetologo al San Camillo e l’avvio della terza dose del vaccino anti-covid sempre nell’ospedale sorgonese), dall’altra segna passi indietro con la sospensione del Centro di salute mentale di Tonara, la cronica assenza dei medici di medicina generale a Tonara come in numerosi centri della provincia, e l'ormai impoverimento e chiusura di molti reparti del San Camillo.

«La situazione sappiamo bene che è ben più pesante al San Francesco – spiegano gli attivisti – perché se per noi si chiudevano le porte del nostro ospedale sorgonese, avevamo, come punto di riferimento almeno quello di Nuoro. E invece stiamo assistendo al peggio. Per questo stiamo combattendo non solo per il nostro territorio, che è stato abbandonato a se stesso, ma siamo particolarmente preoccupati anche per il San Francesco che è vittima dell’abbandono della politica». Le prossime tappe sono intanto già sull’agenda del comitato e hanno un significato importantissimo.

«Non ci fermeremo finché non otterremo risposte, finché non vedremo che saranno presi i provvedimenti necessari a riparare a tutti questi danni – ribadiscono gli attivisti del comitato –. La salute delle persone ha un valore estremamente importante, ma probabilmente solo per noi, perché è uscita dall'agenda politica di chi ci amministra». A novembre tappa ad Aritzo e Belvì, mentre a dicembre il cortile dell’ospedale di Sorgono ospiterà un concerto di Natale. A gennaio si marcerà ancora su Austis, Teti e Tiana, e a febbraio a Ortueri e Samugheo. Infine a marzo la Barbagia e il Mandrolisai saranno di nuovo protagonisti a Cagliari, con una grande marcia annunciata proprio nella piazza tonarese. (m.c.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes