nuoro
cronaca

Il Distretto culturale del Nuorese in cerca di nuovi partner

L’obiettivo è coinvolgere il maggior numero di istituzioni al Tavolo dei Musei. L’invito è rivolto a enti pubblici, fondazioni, cooperative, imprese e associazioni


08 giugno 2022


NUORO. L’associazione Distretto Culturale del Nuorese intende coinvolgere musei, siti archeologici e altri luoghi della cultura non facenti ancora parte del Tavolo degli Istituti Museali creato quale luogo di confronto dove si progettano iniziative e si creano sinergie per valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico e naturale dei Paesi del Distretto. Sono invitati a presentare domanda Enti Pubblici, Fondazioni, Cooperative, Associazioni e Imprese Culturali che gestiscono musei, siti archeologici e/o luoghi della cultura a patto che assicurino continuità dei servizi a partire dalle ore e dai giorni di apertura. Nello specifico, apertura per almeno 24 ore settimanali (compreso sabato o domenica) e, nel caso di aperture stagionali, almeno 100 giorni all'anno, fatte salve eventuali diverse disposizioni normative. È comunque richiesta una programmazione quanto meno annuale delle aperture, adeguatamente pubblicizzata e necessariamente rispettata. Un altro requisito è che abbiano un sistema di registrazione puntuale degli ingressi, anche se a titolo gratuito e siano disposti a condividere i dati relativi al numero dei visitatori con il Tavolo dei Musei; infine, che svolgano attività di comunicazione e promozione del patrimonio culturale, e condivisione delle iniziative con il distretto, anche nella forma di patrocinio gratuito.



Per partecipare è necessario compilare e trasmettere via mail alla Segreteria Organizzativa dell’Associazione Distretto Culturale del Nuorese (comunicazione@distrettoculturaledelnuorese.it) il modulo allegato entro e non oltre il 20 aprile 2022, alle ore 12.00. Il modulo di adesione e il link alla notizia completa è il seguente: https://bit.ly/3523nlG. Per maggiori informazioni: comunicazione@distrettoculturaledelnuorese.it.

Di recente Il Tavolo dei Musei ha eletto nel ruolo di coordinatore Gianluca Secci. Dorgalese, classe 1989, laurea in Ingegneria, Secci è cofondatore del Parco Museo S’Abba Frisca di Dorgali, fin dal 2005 impegnato nell’allestimento degli spazi espositivi e attualmente amministratore della cooperativa che si occupa della valorizzazione della struttura museale. Ideatore di diversi progetti di valorizzazione dei beni culturali, tra i quali “RiVivere a S’Abba Frisca”, vincitore del Premio Bitac 2021 per il miglior progetto italiano di turismo cooperativo e associativo, è anche vicepresidente di Confcooperative Nuoro Ogliastra. Succede a Franca Rosa Contu, già referente dei musei dellIsre e coordinatrice del tavolo dal 2016 al 2021.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.