La Nuova Sardegna

Nuoro

Tribunale

Furto di un vibratore dalla farmacia, in due finiscono davanti al giudice a Nuoro

Furto di un vibratore dalla farmacia, in due finiscono davanti al giudice a Nuoro

Il processo è approdato ieri al tribunale in composizione monocratica

15 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Uno nelle vesti di palo, di diversivo per distrarre il personale, e l’altro, invece, in quelle di Arsenio lupin, pronto ad armeggiare tra gli espositori in bella mostra. Era andata così, il 6 ottobre del 2022, all’interno della farmacia Nieddu di viale Repubblica, per due giovani nuoresi desiderosi di portare a casa qualcosa che non avevano ma che, evidentemente, desideravano con vero ardore. Ed è stata forse proprio la passione a muovere le loro prodezze autunnali: tant’è che dalla farmacia non hanno voluto sottrarre medicinali costosi, integratori, o apparecchi medicali. Niente di tutto questo: quel 6 ottobre, il duetto di ladruncoli, aveva deciso di sgraffignare un bel vibratore. Ed è così che ieri, in tribunale, è stato aperto uno di quei processi da Giorno in pretura d’altri tempi. Al centro della vicenda c’è la sottrazione di un vibratore e di alcune confezioni di creme di bellezza dagli espositori presenti all’interno della farmacia di viale Repubblica. Mentre uno dei due faceva la fila, per un acquisto di poco valore, l’altro si aggirava davanti agli scaffali in zona preservativi, pomate ad hoc e rimedi vigorosi. Fino all’oggetto del desiderio: il vibratore. E il duetto di giovani era anche riuscito nel suo intento predatorio, se non fosse che poco dopo, il personale della farmacia si era accorto della sparizione e dalle telecamere era riuscito a risalire ai ladruncoli. Il processo nei confronti del duetto, difeso dagli avvocati Annamaria Musio e Pietro Sanna, proseguirà a febbraio: ironia della sorte proprio il 15, il giorno dopo la festa degli innamorati. (v.g.)

In Primo Piano

Video

Paura a Nuoro: incendio minaccia le palazzine di via Tullio Cicerone

La delibera

Allarme siccità, la Regione autorizza e finanzia nuovi pozzi e dissalatori

Le nostre iniziative