La Nuova Sardegna

Nuoro

Congedo

Austis, il saluto del farmacista dopo 44 anni di attività

di Michela Columbu

	La lettera di commiato scritta dal dottor Francesco Soru
La lettera di commiato scritta dal dottor Francesco Soru

Commovente messaggio alla comunità, ora senza il servizio

21 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Austis Un foglio bianco e una penna stilo. Non una mail, non un messaggio sui social, ma un foglio di carta e l'inchiostro per scrivere un messaggio di arrivederci. Un saluto che trasuda di affetto, consegnato nelle mani del primo cittadino Benedetto Pitzeri affinchè tutto il paese venisse informato. Il dottor Francesco Soru, ovoddese di nascita e austese di adozione ha cambiato la sede del suo lavoro. Dopo ben 44 anni di attività farmaceutica ad Austis ha scelto di andare a Ortueri dove c'era una sede vacante, avvicinandosi alla famiglia, in particolare ai suoi figli. Austis rimane così senza il fondamentale servizio ma fa tesoro di un legame fortissimo, quello con il suo farmacista, che, ricambiando tutto l'affetto ricevuto dal 1979, ha scelto di fare un saluto in una maniera che molti potrebbero definire obsoleta. Una lettera scritta di pugno dove emergono i sentimenti di stima e affetto verso la comunità e dove si spiega cosa ha portato a una decisione sofferta, ma necessaria «per stare vicino ai destinatari del mio voler bene» spiega.

«Ho rivissuto in questa scelta di andare via da Austis, i medesimi sentimenti che ho provato nel 1979 quando scelsi questa sede perchè vicina a mia madre che abitava a Ovodda. Grazie per tutto l'affetto e la gratificazione ricevuta, un abbraccio a tutti, Francesco Soru, per sempre il farmacista di Austis». «Innegabilmente vedere chiusa la farmacia, in un paese dove è difficile tenere in vita tutti i servizi (Austis conta poco più di 700 abitanti), ci rattrista perchè rappresenta la chiusura di una storia, una bella storia di amicizia tra il dottor Francesco e gli austesi – dice il sindaco Benedetto Pitzeri –. Allo stesso modo sappiamo che l'assenza del servizio rappresenta un problema enorme. Per questo come amministrazione stiamo lavorando per porre rimedio a questa mancanza e per dare una risposta immediata e ridurre al minimo i disagi. L'unica cosa per ora che mi sento di dire a nome di tutta la comunità è che, caro Francesco, il sentimento di stima e amicizia è reciproco, ampliato dal fatto che per 44 anni il dottor Soru è stato più austese degli austesi, facendosi attivo archivista di tutti i principali eventi che hanno interessato il paese. Ha infatti un patrimonio sconfinato di video – conclude il primo cittadino – fatti da lui stesso. Segno di attenzione, affetto, generosità. Grazie per questa bella amicizia al nostro farmacista per sempre»

In Primo Piano
Trasporti

Rotaie roventi: un altro stop ai treni

di Andrea Massidda
Le nostre iniziative