Gli studenti dell’Ipia e dell’Ipaa per un giorno diventano guide turistiche

Crociere anche come occasione per i ragazzi dell’Ipia e dell’Ipaa di dimostrare le loro capacità di accogliere i turisti e raccontare pezzi di storia della città e della Gallura. Tra le tante...

Crociere anche come occasione per i ragazzi dell’Ipia e dell’Ipaa di dimostrare le loro capacità di accogliere i turisti e raccontare pezzi di storia della città e della Gallura. Tra le tante iniziative lungo corso Umberto spiccava quella degli studenti. In uno spazio davanti alla biblioteca gli studenti, guidati dalla docente Maria Grazia Defilippi, hanno esposto ai crocieristi la storia, i segreti e l’architettura della basilica di San Simplicio. Ma non solo, i ragazzi hanno raccontato la storia e la figura di Giuseppe Garibaldi. Un’altra parte degli studenti si sono trasformati in guide del museo archeologico. I ragazzi hanno raccontato ai turisti la storia della città testimoniata dai relitti delle navi romane che sono esposte nelle sale del museo.

Gli studenti sono stati una delle eccellenze della macchina dell’accoglienza che è stata messa in piedi per l’arrivo delle quattro navi da crociera che sono arrivate all’Isola Bianca. In porto hanno attraccato nello stesso momento la gigantesca Carnival Legend, con i suoi 294 metri di lunghezza e 2200 passeggeri, la Vita della Aida, sempre del gruppo Carnival, 200 metri e 1200 passeggeri, la Columbus II della Hapag Lloyd, che trasporta un migliaio di passeggeri. In porto anche il lussuoso veliero Sea Cloud II. A questi devono essere aggiunti i membri degli equipaggi.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes