C’è una grande mela nel parco

Opera è stata realizzata dai giovani del Csm e dal liceo De Andrè

TEMPIO. Una sinergia artistica che nasce sulla base di una straordinaria intesa. E' questo l'ingrediente principale del progetto "Sculturalmente" che ha visto lavorare insieme i ragazzi del Csm di Tempio e del Liceo "De André".

Il risultato è stata la produzione di un'opera d'arte che ora, dopo l'inaugurazione avvenuta ieri, fa bella mostra di sé nel giardino delle farfalle del parco delle Rimembranze. Alla cerimonia hanno presenziato il vescovo monsignor Sanguinetti, che ha benedetto l'opera, il sindaco di Tempio, Romeo Frediani, che ha speso parole di elogio per l'opera e gli artisti che l'hanno realizzata, e l'ex assessore provinciale alle Politiche Sociali, Zelindo Pucci, che ha sostenuto, durante il suo mandato, l'operatività del progetto.

Giustamente gratificate dal bel risultato raggiunto si sono dette anche la presidente dell'Iris, Giovanna Maria Mela, e Silvia Busato, responsabile del progetto. L'opera rappresenta una mela contornata da due farfalle che, con brio ed eleganza, le volteggiano intorno. Portatrice di una miriade di significati simbolici (si pensi al racconto biblico del peccato originale o al grande logo delle imprese tecno-scientifiche di Steve Jobs), la mela è anche la metafora visibile di un credo estetico affine alla street art.

L’idea è nata da un’attività di brainstorming progettuale che ha coinvolto in diversi momenti il coordinatore, i docenti dell’Artistico, i rappresentanti dell’Iris e i ragazzi che l’hanno poi messa in pratica, seguendo la sequenza di un mondo, sfera e mela, in cui le farfalle che gli gravitano attorno rappresentano il processo naturale della trasformazione del bruco nella forma compiuta di un lepidottero.

All’inaugurazione ha fatto seguito un convegno sull’integrazione sociale. Tantssimi i relatori: il vescovo Sebastiano Sanguinetti, il sindaco Romeo Frediani, gli assessori comunali Gianni Monteduro e Antonio Addis, l’ex assessore provinciale Zelindo Pucci, la Ds dell’Artistico, Maria Chiara Demuro, la responsabile del Csm di Tempio, Luisa Budroni, il rappresentante del Dsmd Asl 2 di Olbia, Valentina Grasso, le presidenti della Consulta del volontariato e del Sasol point, Caterina Garofano e Maria Luisa Sari, Silvia Busato e gli insegnanti dell’Artistico, Giuseppe Rinella e Giuseppe Uzzanu.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes