La Nuova Sardegna

Olbia

Matrimonio vip in Costa, a Stella Maris il sì blindato

Matrimonio vip in Costa, a Stella Maris il sì blindato

C’è attesa a Porto Cervo per le nozze del figlio del milionario Gilbert Chagoury La cerimonia per 500 invitati si svolgerà nel pomeriggio nella chiesetta del borgo

31 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





PORTO CERVO. Mancano solo gli ultimi dettagli. Nel pomeriggio si alzerà il sipario sulle nozze della coppia di ricchi libanesi che hanno scelto la Costa Smeralda per promettersi amore eterno. Un giorno privatissimo finito inevitabilmente sotto i riflettori. Il matrimonio del figlio di Gilbert Chagoury, diplomatico e uomo d'affari nigeriano-libanese, amico di Tom Barrack, ha mobilitato un intero borgo e centinaia di persone. Fiori d’arancio da 5 milioni di euro.

Si comincia nel pomeriggio, verso le 15,30. A quell’ora la macchina con gli sposi avrà già attraversato il vialetto che conduce alla chiesa di Stella Maris. Vietato l’ingresso ai non invitati, 500 in tutto, arrivati da tutto il mondo con i loro jet privati all’Aviazione generale del Costa Smeralda già da martedì. Chi vorrà potrà sbirciare dalla strada, se ci riuscirà. Nel piazzale della chiesetta bianca è stata sistemata una struttura precaria con un tetto foderato di piante. I lati sono stati schermati con dei pannelli per impedire che i due sposi possano essere immortalati da obiettivi indiscreti dallo Yahct club o dalla Marina. Tutto pronto anche al Cala di Volpe. La tensostruttura a bordo piscina con palco annesso ospiterà il ricevimento. Di notte la festa si sposterà sulla spiaggia di Romazzino. Sul lido è stato allestito un maxi palco che dà le spalle al mare. Dal soffitto pendono una decina di palle luminose da discoteca. Nelle due strutture precarie ai lati sono stati sistemati eleganti divanetti. Inizialmente si parlava di una esibizione della star Ricky Martin. Poi ha cominciato a diffondersi il nome di Shakira. Certo lo spettacolo pirotecnico da 450mila euro. Massimo riserbo sugli ospiti da parte della Starwood, il colosso alberghiero che gestisce gli hotel della Costa Smeralda. Di sicuro c’è Tom Barrack, ex padrone della Costa Smeralda, grande amico dello sposo e del padre. Il tycoon californiano è arrivato nei giorni scorsi nel suo ex paradiso. Ma la riservatezza contraddistingue i 500 invitati alle nozze libanesi. Molti in questi giorni sono passati dalle stanze degli hotel – prenotati in esclusiva quattro delle perle alberghiere di proprietà del Qatar – agli yacht. Le nozze hanno innescato un’anteprima di estate nel borgo delle stelle.

In Primo Piano
Cattedre vacanti

Assalto alla scuola, nell’isola in quattromila a caccia di una supplenza

di Silvia Sanna
Le nostre iniziative