Energia pulita e ambiente l’Ipia alla ribalta all’Expo

Gli studenti a Milano per la menzione speciale del concorso Enel PlayEnergy Premiato (1.500 euro) il progetto della valigetta domotica destinata ai disabili

OLBIA. Gli studenti dell'istituto professionale Ipia Amsicora di Olbia sono stati premiati ieri ad Expo Milano 2015 con una menzione speciale di Enel PlayEnergy, concorso che ha visto i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado confrontarsi con i temi dell'energia e dell'ambiente. Alla cerimonia di premiazione, condotta da Alessandro Cattelan, hanno partecipato anche gli studenti dell'Ipia insieme ad altre 17 classi (14 italiane e 4 proventi da Spagna, Cile, Romania e Russia). Hanno presenziato alla cerimonia anche Davide Faraone, sottosegretario del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, la presidente dell’Enel Patrizia Grieco e il country manager dell’Enel Italia Carlo Tamburi.

Gli studenti, guidati dal docente Ciro Punzo, hanno presentato "Valigetta domotica per disabili" un progetto pensato per poter impiegare l'energia per migliorare la qualità di vita di chi è meno fortunato. «Partecipare al concorso PlayEnergy – ha spiegato Ciro Punzo – è stata una bellissima esperienza non solo per i ragazzi, ma anche per i docenti. La valigetta domotica nasceva con l'intenzione di utilizzare la tecnologia per aiutare i meno fortunati a vivere meglio e se da una parte partecipare al concorso ha significato per noi vincere 1.500 euro e vincere un bel viaggio a Expo 2015, dall'altra ci ha permesso di destinare una parte dei soldi vinti alla realizzazione di un impianto elettrico automatizzato nella casa di una persona disabile di Olbia. Ora siamo concentrati sulla progettazione della nuova partecipazione al progetto».

PlayEnergy è l’iniziativa internazionale che Enel dedica al mondo della scuola dal 2003, per promuovere una cultura energetica responsabile fra studenti e insegnanti di 10 paesi. Per l’anno scolastico 2013/2014, la commissione nazionale Italiana per l'Unesco ha concesso il patrocinio al concorso. «PlayEnergy – spiaga l’Enel – è anche un momento di confronto, incontro e scoperta. Per questo Enel, partner di Expo, ha scelto di portare i ragazzi che si sono distinti in questa edizione del concorso al grande evento internazionale a Milano, dove potranno confrontarsi con i temi di sviluppo e sostenibilità e incontrare altre culture».

All'edizione 2013/2014 del concorso hanno partecipato ben 65 scuole, con 163 classi che hanno elaborato e inviato alla commissione esaminatrice qualcosa come 420 progetti coinvolgendo oltre 3500 studenti e 97 docenti di tutta la Sardegna.(red.ol.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes