Olbia, sequestrato un laboratorio specializzato nei capi d'abbigliamento contraffatti

Gli strumenti usati nel laboratorio usati per la contraffazione

Portati via 6mila pezzi di vari marchi. Un senegalese è stato denunciato a piede libero dalla Guardia di Finanza. La merce veniva rivenduta nelle spiagge del Nord Sardegna

OLBIA. Un laboratorio artigianale di marchi contraffatti è stato sequestrato in pieno centro a Olbia: si tratta della centrale in cui venivano realizzati capi di prestigiosi marchi, poi rivenduti nelle spiagge del Nord Sardegna. Burberry, Moncler, Diesel, K-Way, ma anche Louis Vuitton ed Hermès sono le firme degli oltre 6.000 capi sequestrati in due distinti locali della città gallurese. Alla fine dell'operazione è stato denunciato un senegalese di 36 anni anni dalla guardia di finanza di Olbia.

Abbigliamento con marchi falsi, sequestrato un laboratorio a Olbia

Il laboratorio si trovava in una casa semi-indipendente in via Monte Pino, era stato attrezzato con tre macchine per cucire con le quali venivano cucite sui capi - provenienti dalla Cina - le etichette contraffatte. Inoltre un computer serviva per copiare i modelli e le modalità di etichettatura. Le fiamme gialle hanno anche sequestrato, in un altro appartamento al centro della città, altri 250 articoli di pelletteria e foulards, riproducenti fedelmente i modelli di Louis Vuitton ed Hermès.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes