Olbia, L'8 donna con le riflessioni dei ragazzi sulla violenza di genere

L'8 donna è organizzato da Prospettiva donna

Si rinnova la tradizionale appuntamento in città dell'8 marzo. I protagonisti saranno gli studenti delle superiori. Al dibattito organizzato da Prospettiva donna parteciperanno numerosi esperti

OLBIA. La giornata della donna è sempre un momento di riflessione. E per questo domani si svolgerà la decima edizione dell’evento culturale «L’otto donna, insieme per le donne», organizzato come sempre dall’associazione Prospettiva donna, presieduta da Patrizia Desole. A partire dalle 9.30 al museo archeologico si terrà il convegno «Le radici della violenza: lezioni di umanità da Etty Hillesum», che chiuderà il Progetto «SaS – Sardegna a scuola», finanziato dalla Regione.

I principali protagonisti della mattinata saranno gli studenti e le studentesse dell’istituto Panedda, dello scientifico Mossa, del classico Gramsci di Olbia e degli istituti Fermi di Buddusò e Costa Smeralda di Budoni, che negli ultimi mesi hanno partecipato al progetto portando avanti un percorso di formazione sulla violenza di genere e le sue radici, facendo allo stesso tempo un parallelo con altre forme di violenza ideologica. Tra cui quella che stava alla base delle persecuzioni razziali nel periodo nazista, partendo anche dagli scritti e dalle riflessioni della pensatrice olandese Etty Hillesum.

Gli studenti e le studentesse presenteranno dunque i loro lavori realizzati con il supporto dei registi Fabrizio Derosas e Gianni Langiu. Il convegno sarà invece moderato dalla giornalista Titti Damato e vedrà la partecipazione di diversi studiosi e professionisti, tra cui l’antropologo Bachisio Bandinu, la giornalista Marella Giovannelli, l’esperta in studi di genere Mariuccia Poggimio e il consulente scientifico dell'Osservatorio territoriale sul bullismo Gianfranco Oppo.

Inoltre interverranno Cristiano Depalmas, docente del Centro di vittimologia dell'Università di Sassari, Amadeus Ehrhardt, antropo–analista, Carla Concas, psicologa–psicoterapeuta del centro antiviolenza di Olbia e Patrizia Desole, presidente di Prospettiva Donna. A seguire la proiezione del docufilm «Dodicidue» di Luca Pagliari, con la testimonianza della studentessa Alice Canu. Invece dalle 16 la linea 1 dell’Aspo ospiterà la puntata «On the road on the bus», diretta da Rita Nurra di Radio Olbia Web e dedicata a Prospettiva Donna. L’associazione olbiese aderirà anche allo sciopero femminista globale e una sua delegazione parteciperà alla manifestazione di «Nonunadimeno» che si terrà domani a Cagliari.
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes