La Nuova Sardegna

Olbia

Gli studenti e la società senza barriere

Gli studenti e la società senza barriere

Concorso De Roberto: premiati video, temi e progetti realizzati dai ragazzi

26 maggio 2018
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Il premio Alfonso De Roberto è sempre un grande laboratorio di idee. Gli studenti delle scuole superiori anche quest’anno si sono dati parecchio da fare per presentare idee, soluzioni e riflessioni sui temi dell’inclusione e del rispetto delle differenze. Non a caso il premio dedicato al giornalista, politico e volontario olbiese si intitola fin dal principio «Uguali e diversi». Dopo mesi di lavoro, ieri al museo archeologico la cerimonia finale. Al primo posto, per la sezione letteraria, la studentessa Carlotta Rossi dell’Amsicora con «All’improvviso...senza cuffie», seguita da Martina Maccioni del De André e Sophia Murgia del De André e Jamal Ennur Zen Vukovic del Mossa, tutte e due al terzo posto. Menzione della giuria per «Noi» di Noemi Grifagno del De André. Nella sezione artistica vince il video «Trova le differenze» dell’istituto Deffenu, seguito dai lavori di Davide Serra del De André e di Elena Conti e Andrea Loi anche loro del De André. Infine la sezione tecnico–scientifica, dove vince un progetto sulla domotica presentato dai ragazzi dell’Amsicora. Il premio del Comune è andato a «E se esistesse un mondo» di Federica Bilello del liceo Mossa, mentre il premio Insula Felix a «La biodiversità» dell’istituto Amsicora. Una menzione speciale arriva anche dalla commissione Pari opportunità, che va al lavoro «Disability» dell’Amsicora. Numerosi anche gli interventi e le testimonianze durante la mattinata. Il premio è organizzato dalla famiglia De Roberto – Tognotti in collaborazione con Taphros, Insula Felix e Politecnico Argonauti, con il patrocinio del Comune.

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative