Olbia, falciati da un'auto mentre discutono sul bordo della strada: due morti

La tragedia è avvenuta tra Cugnana e Portisco. Insieme ad altri amici, tutti francesi, erano appena scesi da un taxi quando sono stati investiti

OLBIA. È indagato per omicidio stradale l'autista del suv che ha travolto e ucciso due turisti in Costa Smeralda, poco dopo le 6 in località Portisco, lungo la strada provinciale che va da Porto Cervo a Porto Rotondo. Le vittime sono due 31enni originari della Francia. Samuel Aurelien Laporte e Yonnel Ponton entrambi 31enni ed entrambi nati e residenti e Echirolles, vicino a Grenoble.  

I due stavano rientrando nella loro residenza delle vacanze a Cugnana, a bordo di un mini van taxi, insieme con altri tre connazionali. Il gruppo di amici aveva trascorso la notte nei locali della Costa Smeralda e ha chiesto al tassista di fermarsi a bordo strada perché uno di loro accusava un malore. In due sono scesi dall'auto e si sono fermati a bordo della carreggiata, quando sono stati travolti da una Fiat Freemont.

Il conducente del suv, risultato negativo al test alcolemico, si è subito fermato e ha chiamato i soccorsi. Uno dei due turisti investiti è morto sul colpo, l'altro è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Olbia dove è deceduto poco dopo a causa delle gravi lesioni riportate nell'incidente. Sul posto sono arrivati un'équipe del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri del Reparto territoriale di Olbia, guidati dal colonnello Alberto Cicognani, che hanno eseguito i rilievi dell'incidente e sentito i testimoni per ricostruirne la dinamica.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes