L’isola festeggia la sua soprano festa e applausi per Lia Origoni

LA MADDALENA. I cento anni della soprano Lia Origoni si sono tradotti in un trionfo di pubblico e di emozioni. La vedette degli anni ’40, ’50 e ’60, “entrata in scena” nella sala consiliare, accolta...

LA MADDALENA. I cento anni della soprano Lia Origoni si sono tradotti in un trionfo di pubblico e di emozioni. La vedette degli anni ’40, ’50 e ’60, “entrata in scena” nella sala consiliare, accolta dalla standing ovation della folla presente, si è accomodata sullo scranno del sindaco. Dopo un breve saluto del vicesindaco Massimiliano Guccini, del presidente del Consiglio Roberto Ugazzi e dell’assessora Maria Pia Zonca, ha preso la parola Gian Carlo Tusceri, biografo della Origoni, che dopo un breve excursus storico, ha chiesto al pubblico di porgere domande alla cantante. Sono così fioccati quesiti indagatori sul suo passato e sulle sue emozioni. Quindi il regista sardo Tore Manca ha presentato il docufilm sulla Origoni. La visione del film e il suo apprezzamento è stata scandidta da scroscianti applausi del pubblico in piedi, in fila per complimentarsi col regista e con la diva, e per assistere allo spegnimento della candelina simbolica dei cento anni della Origoni, su una delle tre torte servite dai giovanissimi del collettivo teatrale Elicriso. Quindi il coro spontaneo, e per questo più emozionante, per gli auguri a Lia, anche lei visibilmente commossa per il grande affetto. Il rinfresco è stato offerto dal Comune, come anche una splendida targa d’argento con dedica, e una composizione floreale a nome del sindaco Montella e della giunta . Tra gli ospiti, giunti ad omaggiare l’illustre concittadina, il parroco don Andrea e il parroco ad honorem don Domenico Degortes. (a.n.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes