Due hub per la vaccinazione di massa

La Maddalena. Sopralluogo di Ats, Esercito e Comune nella scuola sottufficiali e nell’ex arsenale. Si comincia il 14 maggio

LA MADDALENA. Sono arrivati in elicottero ieri mattina, presso Marifari di La Maddalena, il generale Francesco Olla e il commissario straordinario dell’Ats Massimo Temussi. Ad attenderli il sindaco Fabio Lai ed il comandante delle scuole sottufficiali Mauro Panarello.

Una riunione fiume fra medici, politici e militari alla quale ha partecipato anche il commissario della Assl di Olbia Franco Logias. Ma non si è solo parlato. In programma, in vista della vaccinazione di massa nell’isola (come avverrà anche a Carloforte), c’era il sopralluogo nei locali che dovranno essere utilizzati per la somministrazione delle dosi ai maddalenini. Una tappa è stata fatta nelle scuole sottufficiali: è qui che dovrà sorgere il primo hub in cui si darà il via alla campagna, prevista per il 14, 15 e 16 maggio. Il secondo sopralluogo si è svolto nella struttura dell’ex arsenale militare che ospiterà un altro centro vaccinale. L’obiettivo è quello di vaccinare oltre 7.000 persone in soli tre giorni per far diventare l’isola Covid free.

Sino a oggi hanno ricevuto la dose del vaccino 4000 persone. «Considerata la grande risposta da parte della popolazione - ha detto il sindaco Fabio Lai -, il presidio ospedaliero ha comunicato un cambio di modalità di prenotazione. Tutti coloro che vorranno sottoporsi al vaccino AstraZeneca, sono pregati di presentarsi presso l’oratorio oggi dalle 14 alle 19 per prendere l’appuntamento per il mercoledì».

Subito dopo i sopralluoghi è stata organizzata un’altra lunga riunione (assolutamente riservata) che si è svolta nel palazzo municipale e che è andata avanti sino al pomeriggio inoltrato. L’obiettivo era quello di pianificare le operazioni e reperire le squadre di medici e infermieri che dovranno mettersi al lavoro. Presenti all’incontro anche alcuni responsabili di diversi reparti del Giovanni Paolo di Olbia.

I dettagli sul piano delle vaccinazioni di massa (dopo l'accordo per le Isole minori raggiunto tra la Struttura commissariale all'emergenza Covid e le Regioni) sono stati messi a punto nel corso di un vertice avvenuto il 6 maggio tra Massimo Temussi, il generale di divisione Francesco Bruno e il generale Francesco Olla.

Anche la rete di volontariato Ad Adiuvandum fornirà supporto alla vaccinazione con l'ausilio di medici volontari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes