Olbia, maltratta la convivente: romeno arrestato

La caserma dei carabinieri a Olbia

Un 39enne rinchiuso nella cella di sicurezza della caserma dei carabinieri per maltrattamenti in famiglia

OLBIA. Nella notte di mercoledì, i carabinieri della sezione radiomobile del reparto territoriale di Olbia hanno tratto in arresto un 39 enne per maltrattamenti in famiglia. Era già da diverso tempo che l'uomo, di origine romena e già noto per diversi precedenti alle forze di polizia, minacciava verbalmente e fisicamente la propria connazionale convivente, per futili motivi. l'intervento tempestivo dei militari, richiesto dalla giovane donna, ha permesso di cogliere l'uomo in evidente stato di agitazione psico-fisica, verosimilmente sotto l’effetto di sostanze alcoliche, mentre tentava di forzare la porta per fare accesso nell’appartamento, dove la stessa si era barricata.

L'uomo, già recidivo per comportamenti violenti nei confronti dei membri del proprio nucleo familiare, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia ai sensi dell'articolo 572 del codice penale e successivamente ristretto presso la camera di sicurezza della caserma dell’arma, a disposizione dell'autorità giudiziaria, in attesa del rito per direttissima. l'episodio si colloca nella casistica del "codice rosso", la fattispecie che comprende le violenze domestiche e di genere introdotte dalla legge n. 69 del 2019, che vede i carabinieri impegnati in prima linea con una costante attività di contrasto e di assistenza delle vittime di questo genere di reati.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes