Olbia, arrestata piromane che aveva appiccato un fuoco a Ruinadas

Un'auto dei carabinieri

La donna, di 48 anni, era stata ripresa dai vicini con il cellulare mentre dava fuoco a un olivastro. Le fiamme avevano creato un fronte di dieci metri 

OLBIA. Ieri 30 luglio a Olbia i carabinieri della stazione Olbia centro hanno tratto in arresto T.D., una pensionata 48enne, con precedenti di polizia, che lo scorso 15 luglio, in località Ruinadas, era stata notata appiccare un incendio su una pianta di olivastro.

A causa delle alte temperature e per la presenza di vento forte, si era prodotto un fronte di fiamme di circa 10 metri in prossimità di abitazioni di una zona residenziale ad alta densitaà abitativa. Il Gip del tribunale di Tempio ha emesso, per quel fatto, un’ordinanza di custodia cautelare, che la donna sconterà agli arresti domiciliari in attesa del processo. 

Intanto è stato denunciato nella tarda serata di giovedì, sempre a Olbia, un'altra persona. I militari della sezione radiomobile a conclusione di accertamenti scaturiti da una richiesta pervenuta al 112, hanno deferito in stato di libertà un senzatetto di 38 anni, che era stato sorpreso poco prima mentre spargeva del liquido infiammabile sulla strada, cercando di appiccare le fiamme e arrecando pericolo per i mezzi in sosta.

L’uomo è stato trovato in possesso di due taniche di benzina da due litri, di cui una parzialmente piena ed una vuota, sottoposte a sequestro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes