Il Rotary club lancia la campagna contro la polio

Sino al 29 ottobre la raccolta di fondi che coinvolge bar e locali in città con la formula del caffè sospeso

OLBIA. Prendi un caffè e dona un vaccino. Si consuma nei bar di Olbia e si lascia un virtuale caffè pagato, in realtà donando una cifra che servirà per eradicare la polio. Il Rotary Club di Olbia ha presentato l’iniziativa per celebrare ufficialmente la Giornata mondiale per l’eradicazione della Polio, che cadrà nella data di domani 24 ottobre. Il Rotary di Olbia ha così scelto di creare una raccolta fondi che coinvolge vari bar e locali cittadini (al momento 16, ma se ne aggiungeranno altri), nei quali da ieri e fino al 29 ottobre si applicherà la formula del caffè sospeso, l’antica tradizione napoletana che consiste nel lasciar pagata al bar una consumazione di caffè che si tramuterà in una raccolta fondi.

«Il messaggio del Rotary a livello mondiale è “servire per cambiare vite”, in questo senso svolgiamo attività a supporto del territorio – spiega Mario Garau, presidente del Rotary Club Olbia -. In questa occasione sosteniamo il progetto del Rotary international per l’eradicazione della polio, malattia che colpisce soprattutto i bambini di età inferiore ai 5 anni, li può rendere immobili e per cui non esiste una cura ma si può intervenire solo con i vaccini».

Da oltre 30 anni il Rotary, affiancando l’Unicef e l’Organizzazione mondiale della sanità, ha intrapreso una campagna vaccinale in tutto il mondo, che ha consentito di ridurre drasticamente i casi di polio: dai 140 del 2020 si è passati attraverso le vaccinazioni ai soli due casi registrati fino al luglio di quest’anno. L’obiettivo è quello di eradicare la malattia entro il 2026. Sarebbe il secondo caso nella storia della medicina dopo l’eradicazione del vaiolo. In questo senso è stato fondamentale il supporto della Fondazione Bill e Melinda Gates, che ha consentito di raddoppiare la cifra annuale donata per questa causa epocale, che oggi si attesta intorno ai 150 milioni di dollari. Recentemente tutte le nazioni del mondo sono state dichiarate libere dalla polio, tranne i due casi riscontrati in Pakistan e Afghanistan.

«Al 27 luglio di quest’anno sono i soli due casi riscontrati, ma va tenuta alta l’attenzione anche sull’infezione secondaria da polio virus vaccinale, non possiamo mollare la presa – sottolinea Antonio Barabino, del direttivo del Rotary Club di Olbia -. Unicef e Oms hanno creato una rete di assistenza anche per l’analisi delle acque reflue. Dal 60% di acque infettate riscontrate nel 2020, siamo passati a solo il 15% del giugno scorso».

Tra le iniziative del Rotary club di Olbia ci saranno anche quelle in tema di sostenibilità ambientale, sociale ed economica per incidere sulle scelte delle nuove generazioni. Ecco l’elenco dei bar dove si potrà trovare il salvadanaio nel quale inserire il piccolo contributo per salvare vite: Vecchio Porto, Caffè Principe Umberto Mengo’s, Ciao Bella, Tiramisù, Avenue, Ambrosio, Abbà Food, Umberto Old Station, Harry’s, Gelato Sicily di via Imperia e via Vicenza, Cortesa-Kara Café, Green Park, Orient Express, Smeralda Caffè. (g.d.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes