Il super barbiere di Tempio alla finale del talent show

Stasera su Canale Italia Gianbattista Aisoni sfiderà un torinese e un romano «Grazie a tutti per il sostegno». Al vincitore andrà il titolo di Hair Master Man

TEMPIO. Un romano, un torinese e un tempiese. Saranno tre i barbieri che questa sera si contenderanno l’Hair Master Man, il titolo di miglior barbiere d’Italia messo in palio dal talent show di Canale Italia in onda, in diretta, alle 21:30 sul digitale terrestre e domani, in replica, sui canali youtube e fb. Il barbiere tempiese di cui è stata documentata nelle settimane scorse la progressiva ascesa alla finale è Gianbattista Aisoni, titolare di due barberie, oggi quanto mai conosciute, a Tempio e Trinità d’Agultu.

Dovrà vedersela con due campioni del settore: il torinese Giuseppe Schittino e Daniele Boccanera, del Barbershop Tellum di Roma. I tre hanno dimezzato di netto il numero dei concorrenti nella semifinale di sette giorni fa, superando indenni la prova del flattop, uno stile di taglio molto americano e molto anni ‘50 oggi di nuovo di moda, consistente nel radere quasi a zero i capelli sui lati, conferendo una forma quasi piatta alla testa. L’ultima prova sarà il razor fade, altro taglio made in Usa molto praticato nelle barberie italiane.

Una tecnica che Gianbattista conosce bene, per averla sperimentata, immaginiamo, su tante teste, ma che anche i suoi due rivali avranno sperimentato chissà quante volte. Insomma, sarà tutta da vedere o, se si preferisce, da sforbiciare e spazzolare. Per compiere l’ultimo sforzo e spuntarla servirà una performance impeccabile. Gianbattista lo sa. “Durante il programma la tensione è altissima e cadere nell’errore è facile, perché hai tre giudici che ti controllano ogni istante e giudicano”. Lo stress da prestazione può essere però una bella sensazione, anche se poi bisogna fare i conti con lo stress della fatica e del quotidiano.

«Dopo aver passato la semifinale – racconta il barbiere tempiese – ho pensato subito a mia moglie e ai miei genitori che mi sostengono in ogni trasferta. Ogni volta il viaggio comporta una trasferta quotidiana a Milano con partenza alle 7 del mattino e rientro a Tempio, di notte, alle 24». Gianbattista vive la sua esperienza come se fosse un’impresa da portare a termine anche a nome di tante altre persone. Sa bene che questa sera saranno numerosi i tempiesi e i sardi che, davanti alla tv, faranno il tifo per lui. «In tutti questi giorni ho sentito il calore dei miei concittadini e dell’intera Sardegna, e l’essere arrivato in finale è per me come aver vinto». Non è detto, però, che il talentuoso barbiere tempiese non riesca a mettere un’ulteriore ciliegina su una torta che sino ad ora è risultata gustosissima, anche per i palati sofisticati della giuria di “Hair Master Man”.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes