La denuncia di Piro: «I numeri civici anche sugli alberi»

OLBIAI numeri civici sono stati inchiodati un po’ dappertutto. Anche sugli alberi. È una operazione che sta andando avanti da mesi e che, oltre a far sorridere, sta anche preoccupando il mondo delle...

OLBIA
I numeri civici sono stati inchiodati un po’ dappertutto. Anche sugli alberi. È una operazione che sta andando avanti da mesi e che, oltre a far sorridere, sta anche preoccupando il mondo delle campagne attorno alla città. Su Facebook, è l’ex consigliere comunale Marco Piro a sollevare il caso. «In questi giorni mi sono arrivate numerose segnalazioni sulla numerazione civica (artistica) della campagne – scrive Piro sui social –. Ebbene, di recente sono state “numerate” tanche, cortili, pollai, alberi. Non vorrei che fosse il preludio di una altra mazzata per il mondo agricolo». Piro, lo scorso ottobre candidato con la Grande coalizione civica nella lista Liberi, si riallaccia dunque al tema delle stangate che stanno colpendo in queste settimane i commercianti e gli imprenditori, travolti dalle super tariffe del Canone unico patrimoniale che riguardano spazi pubblici, affissioni, pubblicità e passi carrabili. Per questo motivo è da giorni che va avanti il braccio di ferro tra operatori del settore e Comune, con il sindaco Settimo Nizzi che ha più volte spiegato di non poter tornare indietro perché gli introiti serviranno a finanziare alcuni servizi comunali. Di conseguenza, sono sempre più numerosi i commercianti che hanno deciso di smontare le proprie insegne, sia in città che in zona industriale. E sempre a proposito di rincari, Marco Piro si sofferma anche su quelli che stanno riguardando le mense delle scuole olbiesi. «I costi del servizio mensa scolastica sono stati aggiornati (al rialzo!) di circa il 16 per cento» denuncia ancora l’ex consigliere comunale sul suo profilo Facebook. (d.b.) .
WsStaticBoxes WsStaticBoxes