La Nuova Sardegna

Olbia

Sanità

Palau, molti cittadini senza medico di base. La minoranza a Todde: «Trovi una soluzione»

Palau, molti cittadini senza medico di base. La minoranza a Todde: «Trovi una soluzione»

La lettera aperta dei consiglieri comunali: «Difficoltà in aumento per 4.100 abitanti»

23 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Palau. La sanità è sempre più al collasso e gli effetti si vedono ovunque. Anche a Palau, per esempio, le cose non vanno poi così bene. Anzi, i cittadini sono nel bel mezzo di una vera e propria emergenza. Tanto che il gruppo di minoranza della lista Palau Avanti ha deciso di rivolgersi direttamente alla nuova governatrice Alessandra Todde. «Da alcuni mesi parte della popolazione palaese è priva di assistenza medica di base – si legge nella lettera aperta indirizzata alla presidente della Regione –, mentre il resto della popolazione che risulta coperta dal servizio è costretta a lunghe file e continui disagi anche solo per quello che, fino a poco tempo fa, si poteva definire una semplice prescrizione medica e che oggi, invece, è diventata una corsa a ostacoli. Come potrebbe non esserlo, avendo di fatto un solo medico di medicina generale, il quale tra l’altro deve anche assicurare il servizio di continuità assistenziale con l'aggiunta di un medico dell'Ascot ma solo per un giorno e mezzo a settimana. Non possono esserci dubbi sul fatto che siano del tutto insufficienti per una popolazione di 4.100 abitanti, senza contare che nel periodo estivo aumenta esponenzialmente per la presenza dei turisti».

Così i consiglieri di minoranza chiedono a Todde di fare il possibile per risolvere al più presto la situazione. «Sappiamo benissimo – prosegue la lettera – che il problema purtroppo non riguarda solo Palau e che lei è certamente al corrente della grave situazione lasciata in eredità dalla precedente amministrazione regionale, tuttavia, come sancito dalla Costituzione, il diritto alla salute è uno dei presupposti fondamentali per la nostra società e ne misura il grado di civiltà. Per questa ragione le chiediamo di mettere tale problema al primo punto della sua agenda al fine di trovare una soluzione che ripristini il servizio medico di base per tutti e ponga fine alle numerose difficoltà che tanti cittadini sono costretti ad affrontare. Le sembrerà irrituale che a scriverle sia il gruppo di minoranza in consiglio comunale, e forse lo è, ma noi, sebbene minoranza, per quanto ci è possibile sentiamo comunque il dovere di rappresentare le istanze della cittadinanza».

In Primo Piano
Sardegna

Sassari, Giuseppe Conte al mercato di piazzale Segni: "In Europa per opporci all'austerity e proteggere i lavoratori"

Emergenza

Baronia stritolata dalla siccità, vertice in Regione con Alessandra Todde

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative