Incontro su bilinguismo e bimbi

Il sardo come un gioco, iniziativa dell’assessorato alla Cultura

CABRAS. La lingua sarda come se fosse un gioco. “Su sardu Gioghendi. Bilinguismu: un’arregalu po cras”, è un progetto dell’assessorato alla Cultura del Comune che propone un incontro-dibattito sull’importanza dell’insegnamento della lingua sarda attraverso le istituzioni, la scuola e la famiglia. «Secondo i più recenti studi in materia di bilinguismo», afferma l’assessore alla Cultura, Fenisia Erdas, «l’apprendimento di due o più lingue sin dalla prima infanzia predisporrebbe il cervello all’acquisizione di ulteriori lingue e esporrebbe il soggetto bilingue a una serie di vantaggi cognitivi, sociali e relazionali». Durante l’incontro interverranno gli esperti di lingua sarda Antonello Garau e Silvia Mastinu che descriveranno i vantaggi e i metodi per l’insegnamento della lingua sarda ai bambini, fin dalla più tenera età. A seguire, il racconto delle esperienze familiari di alcuni genitori e ragazzi. L’evento verrà integrato da piccoli “sketch teatrali” realizzati dalla scrittrice Lucia Chergia con la collaborazione di un gruppo di piccoli attori di Cabras, di età compresa tra i 7 e i 12 anni, che rappresenteranno alcuni momenti di vita cabrarese, tra ironia e dramma. L’appuntamento è fissato alle 16 di oggi nell’aula magna della scuola media di via Trieste.

Claudio Zoccheddu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes