La Nuova Sardegna

Oristano

bosa

La solidarietà a Uras, agli alluvionati 9 elettrodomestici

BOSA. Nove elettrodomestici per le famiglie di Uras colpite dall’alluvione. Questo il contributo della città del Temo per cercare di venire incontro alle esigenze del comune oristanese, duramente...

26 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





BOSA. Nove elettrodomestici per le famiglie di Uras colpite dall’alluvione. Questo il contributo della città del Temo per cercare di venire incontro alle esigenze del comune oristanese, duramente colpito nel novembre 2013 dal ciclone Cleopatra. Iniziativa nata dall’idea di due giovani, Gian Mario Pinna e Marco Tanda, che il sei gennaio scorso avevano organizzato a Bosa una “Maratona musicale” grazie alla quale raccogliere fondi. Quantificati in circa tremila euro grazie alle donazioni dei cittadini ed al contributo della Missione cattolica italiana di Ulm in Germania. Fondi utilizzati, anche su iniziativa degli amministratori di Uras, per acquistare e donare cinque freezer, un frigorifero e tre cucine con porta bombola. Consegnati giovedì pomeriggio al sindaco Gerardo Casciu e vice sindaco Bruno Spanu. Un elettrodomestico è stato recapitato ad una famiglia, mentre gli altri, ora a disposizione del Comune, verranno consegnati dall’amministrazione ad altre famiglie del paese che durante l’alluvione hanno avuto danni considerevoli alle loro abitazioni. Alla serata di raccolta fondi a gennaio avevano partecipato a Bosa diversi gruppi musicali provenienti da vari centri dell’isola. La manifestazione ideata e promossa da Gian Mario Pinna e Marco Tanda con il patrocinio del Comune aveva inoltre visto la preziosa collaborazione dell’Associazione Santi Pietro e Paolo, della Croce Rossa e della Pro Loco di Bosa. (al.fa.)

In Primo Piano

Video

Olbia, la città saluta Gabriele Pattitoni: in migliaia al funerale del 17enne morto dopo un incidente

L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative