La Nuova Sardegna

Oristano

Il Comune ci riprova: per la futura Ztl i varchi elettronici

di Francesco G. Pinna
Il Comune ci riprova: per la futura Ztl i varchi elettronici

Entreranno in funzione nella primavera del 2015 nel mentre in via Duomo aumenterà il costo dei parcheggi

25 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. Dieci anni di tempo per fare la rivoluzione con una Zona a traffico limitato estesa ben oltre i confini del Centro storico fino a comprendere forse l'intera piazza Manno e poi anche strade come via Tirso e via Mazzini.

È un piano a lungo termine ma molto ambizioso quello per la nuova Ztl presentato lunedì sera ai residenti del Centro Storico dal sindaco Guido Tendas e dagli assessori alla Viabilità Filippo Uras e ai Lavori pubblici Efisio Sanna. Il primo passo sarà la riattivazione della Ztl già esistente dal 2007, che però da anni nessuno rispetta e nessuno fa rispettare. L'appuntamento è per la primavera del 2015, quando entreranno in funzione tre varchi elettronici (via Serneste, via Montenegro e via Ciutadela de Minorca) che oltre a identificare i trasgressori provvederanno anche, in automatico, a spedire e notificare le multe. L'intenzione del Comune è di ridurre progressivamente le attuali sei ore di libero ingresso (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18). Passi successivi saranno il limite di velocità a venti chilometri orari e il divieto di attraversamento del Centro storico anche per le auto con il pass che sarà realizzato con il divieto assoluto di transito nel tratto di piazza Eleonora che collega via Ciutadella a piazza Martini e il divieto di proseguire verso piazza Roma per le auto che arrivano da via Figoli, che dovranno obbligatoriamente svoltare in via Mazzini) e da via Contini, che potranno dirigersi solo verso via Tharros. Poi arriverà l'estensione della Ztl, che riguarderà inizialmente via Diego Contini e poi col tempo anche via Duomo e via Sant'Antonio «perché le auto in quel contesto proprio non ci stanno bene» ha spiegato Tendas ai pochi cittadini, appena una trentina, presenti all'incontro. Prima ancora della chiusura al traffico, che richiede tempo, in via Duomo potrebbe arrivare invece un rincaro delle tariffe per i parcheggi a pagamento. Sempre con l'obiettivo di tenere quanto più possibile le auto lontane dal Centro storico. La nuova Ztl sarà realizzata senza imposizioni, hanno garantito sindaco e assessori, e sarà comunque preceduta da importanti interventi infrastrutturali. In particolare sono previste la riqualificazione di via Contini, di via Tirso e anche di via Figoli, con nuovi e più ampi marciapiedi non necessariamente sollevati rispetto al piano stradale, e la realizzazione di due parcheggi multipiano, quello di via Mariano IV a servizio del nuovo mercato comunale di via Mazzini, e quello di via Cagliari nell'area che ora ospita la stazione dell'Arst. Con la nuova Ztl, il Comune punta in particolare a far tornare nel Centro storico almeno una parte dei circa 7mila residenti che se ne sono andati negli ultimi decenni.

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative