La Nuova Sardegna

Oristano

provincia

Società in-house senza fondi

Nota del Pd. «Mancano 600mila euro, stipendi a rischio»

26 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. È di nuovo preoccupazione tra i 40 lavoratori della Spo, la società in house della Provincia. I lavoratori rischiano il posto di lavoro perché mancano 600mila euro per mandare avanti l'attività che vede tra i servizi più importanti quello della manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole e degli edifici della Provincia, oltre al tabellamento delle oasi e delle zone di ripopolamento e cattura. «La notizia – scrive in una nota Battista Ghisu, capogruppo Pd – filtra dalla Provincia e sembra che nei giorni scorsi il presidente De Seneen abbia chiamato il presidente della Spo e lo abbia messo al corrente che i soldi non ci sono e che bisogna attivare immediatamente gli ammortizzatori sociali, l'anticamera del licenziamento. La Provincia, oltre ai 500mila euro messi nel bilancio preventivo abbia in cassa solo i soldi che sono stati trasferiti dalla Regione a fine maggio e cioè 528mila euro (in parte impegnati per pagare gli stipendi) provenienti dal riparto di un finanziamento straordinario concesso dalla finanziaria regionale dello scorso anno. Da tempo il presidente della Provincia aveva chiesto la riduzione delle attività soprattutto quella delle manutenzioni esterne delle scuole e degli edifici, privilegiando solo le manutenzioni interne. Una scelta contestata dal Pd perché creerebbe un danno enorme al patrimonio dell'Ente soprattutto alle aree verdi che vengono curate dalla società in house e che se venisse praticata questa strada, verrebbero abbandonati. Cosa aspetta il Presidente De Seneen a chiedere un incontro all'Assessore regionale agli Enti locali Erriu? Occorre muoversi perché lo spettro del licenziamento è dietro l'angolo».

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative