La Nuova Sardegna

Oristano

energia

No del Tar al progetto per l’eolico

Respinto il progetto della società genovese Interconsult

30 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. Anche il Tar del Lazio ha detto no al progetto della società di Genova Interconsult che a fine 2013 ha presentato al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un progetto per un impianto di 50 pale eoliche alte cento metri da realizzare davanti al Golfo di Oristano, a una quindicina di chilometri da Capo San Marco e altrettanti dalla spiaggia di Pistis.

La società contro una prima bocciatura del progetto da parte della Capitaneria di Porto aveva, infatti, presentato ricorso al Tribunale amministrativo sostenendo che la competenza ad archiviare l'istanza non era della Capitaneria ma del ministero.

Il Tar ha respinto il ricorso per l'annullamento del provvedimento della Capitaneria perchè «sono prevalenti gli interessi della sicurezza della navigazione rispetto a quelli economici legati a un tale impianto».

La Interconsult ha annunciato ricorso al Consiglio di Stato. Il comandante della Capitaneria, Rodolfo Raiteri, nel dare parere contrario al progetto aveva sostenuto che il parco eolico offshore della Interconsult «comporterebbe gravi rischi non solo per la sicurezza della navigazione (in particolare per quanto riguarda l'entrata e l'uscita delle navi dal porto industriale), ma anche per la tutela dell'ambiente e per comparti importanti dell'economia locale come quelli della pesca, del turismo, della nautica da diporto e confliggerebbe persino con le attività di addestramento dei piloti della Nato sul poligono di Capo Frasca».

Elezioni regionali 2024

Video

Verso il voto, Elly Schlein a Cagliari al mercato di San Benedetto: "Sanno di aver fatto un disastro e infatti hanno cambiato il candidato"

Le nostre iniziative