L’assessore: «Il ministero sia finalmente chiaro»

Il parere della prefettura sembra proprio dare ragione all’assessore alla Viabilità, Filippo Uras: «Il servizio non è istituito per fare cassa, ma per gestire il traffico. Detto ciò, non posso...

Il parere della prefettura sembra proprio dare ragione all’assessore alla Viabilità, Filippo Uras: «Il servizio non è istituito per fare cassa, ma per gestire il traffico. Detto ciò, non posso prendere un provvedimento che lo metta in crisi, perché non posso cambiare le condizioni di un appalto quando questo è già in vigore». La verità è che il pasticcio è nato dopo l’intervento del ministero dei Trasporti il quale però non ha mia ufficializzato attraverso una circolare quale fosse la linea di condotta da tenere. «Credo che faremo come avviene a Torino – prosegue l’assessore – ovvero ufficializzando che il tempo massimo di tolleranza è di quindici minuti oppure valuteremo l’ipotesi di una sanzione minima da pagare entro un tempo ragionevole. Nel frattempo se il ministero prende una decisione ci fa contenti, perché non può lasciare in mano ai Comuni decisioni simili».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes