Circonvallazione ovest partono i primi espropri

Ma il progetto definitivo deve ancora superare due passaggi in Consiglio Sino al 23 novembre gli interessati potranno verificare i documenti in Comune

ORISTANO. A poco meno di un anno dalla approvazione del progetto preliminare, sono partite nei giorni scorsi le procedure per gli espropri delle aree sulle quali dovrà essere realizzata la contestata circonvallazione di Oristano.

Per il via ai lavori però è ancora presto, anche se dagli uffici del Comune assicurano che il progetto definitivo è pronto e che in tempi brevi, dopo il passaggio in Commissione Urbanistica, potrà approdare in Consiglio comunale per la necessaria approvazione alla quale poi seguirà la pubblicazione del bando per l'aggiudicazione dei lavori.

L'avviso col quale il dirigente del Settore Lavori pubblici Walter Murru comunica l'avvio delle procedure di esproprio è stato pubblicato all'albo pretorio lunedì scorso e gli interessati hanno ora tempo fino al 23 novembre per visionare gli atti progettuali e presentare eventuali osservazioni in forma scritta.

L'avviso spiega che gli atti possono essere consultati tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 al piano terra del Palazzo di Città (quello all'angolo tra piazza Eleonora e piazza Tre Palme).

Il progetto approvato in via nel mese di aprile del 2014 dalla giunta e ai primi di novembre del 2015 dal consiglio comunale con 15 voti a favore e due contrari dopo una accesissima discussione prevede un tracciato che partendo dall'incrocio di via Campanelli con via degli Artigiani arriva fino a Viale Repubblica e prosegue fino a Sa Rodia dove attraversa si incrocia con viale Repubblica e poi prosegue verso il quartiere di Città Giardino lasciandosi sulla destra il vecchio palazzetto dello Sport e quello nuovo ancora in costruzione, il Centro Giovani e il Tecnico Mossa e ancora fino a via Lussu e a viale Cimitero passando dietro i palazzi di Città Giardino e i nuovi parcheggi dell'Ospedale San Martino.

Tra carreggiata a due corsie, pista ciclabile e marciapiedi, la nuova strada avrà una sezione di 12 metri e costerà complessivamente almeno due milioni e 230 mila euro.

Questo progetto era stato inutilmente osteggiato da un Comitato di cittadini residenti perlopiù nel quartiere interessato che ne contestavano la natura stessa di circonvallazione sostenendo che di fatto era invece una sorta di strada a scorrimento veloce che taglia fuori dal perimetro urbano una grossa fetta di città e creava anche grossi problemi di sicurezza perchè, tra le altre cose, passa a poche decine di metri da una scuola elementare e attraversa pericolosamente l'unica via di accesso a un istituto superiore frequentato da centinaia di studenti. Adesso però si avviano gli espropri e si passa così alla fase esecutiva.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes