«Stop alle tasse locali» Cabras, opposizioni unite

Richiesta al sindaco Abis da tutti i gruppi. «Così forse salviamo l’economia locale» L’amministrazione ha bloccato tutti i concorsi e non esclude di riaprire i termini

CABRAS. La chiusura dei bar, pizzerie, ristoranti, agriturismi, rischia di assestare il colpo definitivo alla maggioranza di quelle attività. Il grido di allarme, recependo le segnalazioni ricevute da numerosi gestori cabraresi, è stato raccolto dai due gruppi di minoranza consiliare (Sviluppo Collettivo e Cabras Domani), facenti capo rispettivamente a Gianni Meli e Antonello Manca. «L'economia locale è in ginocchio – scrivono in una nota diffusa nella mattinata di ieri – bar, pizzerie, ristoranti, agriturismi, alberghi sono chiusi, le prenotazioni per l’estate cancellate e le manifestazioni, programmate da tempo, rinviate. Un vero e proprio bollettino di guerra che, se non arriveranno presto provvedimenti a sostegno degli imprenditori, lascerà molte vittime sul campo.Un gran numero di attività, se la situazione, come sembra, si protrarrà a lungo, non riusciranno ad andare avanti. Di quelle gran parte rischiano la chiusura definitiva, altre, anche se hanno chiuso momentaneamente, hanno lasciato il personale a casa. E senza un reddito e senza prospettive future, per loro sarà difficile andare avanti». La preoccupazione di Gianni Meli, Antonello Manca, Antonello Fara, Sara Meli e Federica Pinna, tutti appartenenti alla minoranza consiliare, è stata espressa anche al sindaco Andrea Abis. «Chiediamo al sindaco e alla giunta – prosegue – di stare vicini alla cittadinanza e, in questo momento di grave difficoltà, di andare incontro alle esigenze delle imprese commerciali, valutando la sospensione della riscossione dei tributi, compreso la tassa di soggiorno per l’anno in corso, e i canoni di occupazione del suolo pubblico». Il perdurare della serrata delle strutture ricettive rischia di compromettere seriamente la stagione turistica ormai alle porte, con conseguenze disastrose per l’industria delle vacanze e le ricadute economiche positive che porta.

Intanto la giunta ha deciso di assumere quattro vigili a tempo determinato. Tutte le procedure per i concorsi invece sono sospesi, compresi anche i colloqui previsti in questi giorni.

L'emergenza coronavirus potrebbe comportare qualche cambiamento, compresa la possibilità di riapertura dei termini.

Piero Marongiu

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes