Simaxis e i bimbi, il vademecum per intrattenerli

SIMAXIS. Regola numero uno: parlare con i propri figli. Per proteggere il benessere psicologico dei più piccoli, l’assessorato comunale ai Servizi sociali stila un vademecum di supporto ai genitori....

SIMAXIS. Regola numero uno: parlare con i propri figli. Per proteggere il benessere psicologico dei più piccoli, l’assessorato comunale ai Servizi sociali stila un vademecum di supporto ai genitori. La difficoltà maggiore riguarda come affrontare il tema della reclusione forzata: non tutti i bambini accettano con serenità lo stare in casa, soprattutto quando trascorrono i giorni senza poter prendere una sola boccata d’aria.

«Se sono molto piccoli e non sono al corrente della pandemia non è il caso di allertarli – specifica nel documento l’assistente sociale Giannina Busia –. Occorre usare un linguaggio appropriato all’età, osservando le reazioni dei bambini e rimanendo sensibili al loro livello di ansia».

È importante anche mantenere routine e scadenze regolari, specialmente prima che i bambini vadano a dormire. «Rassicurateli mantenendo un supporto affettivo, ma soprattutto trasmettete loro fiducia», la raccomandazione. Tenerli a contatto con la realtà è basilare, magari raccontando ai ragazzi le storie di chi in questo momento di difficoltà si sta impegnando per il bene degli altri. Le storie di medici, infermieri, personale sanitario e scienziati alla ricerca di un vaccino sono l’ideale. Imperativo: evitare di tenere accesa la televisione troppo a lungo.

Lavoro non semplice quello del genitore, che a sua volta deve cercare di rilassarsi. «Se vi sentite ansiosi o abbattuti – conclude la dottoressa Busia – prendete del tempo per voi stessi per recuperare». (v.atzeni)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes