Gestione campo Tharros, i sardisti attaccano la giunta

ORISTANO. Vanno all'attacco della giunta i tre consiglieri del Partito Sardo d'Azione, con una mozione dedicata al Campo Tharros. Per i Quattro Mori non può essere il Comune a occuparsi del degrado...

ORISTANO. Vanno all'attacco della giunta i tre consiglieri del Partito Sardo d'Azione, con una mozione dedicata al Campo Tharros. Per i Quattro Mori non può essere il Comune a occuparsi del degrado dell'impianto sportivo, ma sarebbe meglio affidare il compito a una società privata. «La struttura è stata dichiarata quasi del tutto inagibile dalle autorità competenti nel 2017 – scrivono Danilo Atzeni, Gigi Mureddu e Marina Canoppia – e servono interventi che consentano il recupero e la messa in sicurezza dell'impianto». Per i tre la situazione viene aggravata dalla scelta del Comune di far utilizzare la struttura da tre società differenti: Tharros, dell'Oristanese e dell'Atletico Oristano. «Da questa scelta scriteriata – proseguono – a cui non segue alcun beneficio economico, deriva un’usura del campo di gioco, con ingenti costi per l’amministrazione». Qualche settimana fa il patron della Tharros, l'imprenditore terralbese Tonio Mura, ha chiesto al Comune di ricevere l'affidamento per la gestione dello stadio. Proposta che l'assessora allo Sport, Maria Bonaria Zedda, aveva lasciato cadere. «Il Comune si è concesso il lusso di non prendere in considerazione questa proposta». (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes