Siamaggiore, infarto fatale in spiaggia per la farmacista Elisabetta Manconi

I familiari hanno lanciato l'allarme giovedì e qualche ora dopo il corpo della donna è stato trovato tra le dune a Torregrande

SIAMAGGIORE. Quasi sicuramente un infarto è stato fatale a Elisabetta Manconi, titolare della farmacia di Siamaggiore, trovata giovedì sera tra le dune della borgata marina di Torregrande, sul lato del pontile. L'allarme era scattato nelle prime ore del mattino quando la professionista non aveva aperto, alle 9 come d’abitudine la farmacia di Siamaggiore. I familiari, dopo averla cercata inutilmente, sia nella sua abitazione al mare di via del pontile a Torregrande che a Siamaggiore, avevano denunciato la sua scomparsa ai carabinieri. I controlli sono andati avanti per diverse ore, sino al ritrovamento del corpo della donna. Giovedì tra le dune è stato rinvenuto il corpo oramai privo di vita. L'uomo ha avvertito così i carabinieri della Compagnia di Oristano che hanno a loro volta chiamato il magistrato di turno in Procura. Il pm ha disposto il sequestro della salma per la perizia necroscopica che si è svolta ieri. L’esame autoptico ha confermato l’infarto.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes