«Nella zona Pip ad Arcidano lavori Bs Green mai iniziati»

SAN NICOLÒ ARCIDANO. «Nella zona P.I.P. non sono cominciati i lavori per la realizzazione dell'impianto di trattamento dei sottoprodotti di origine animale». Così il sindaco uscente di San Nicolò d'A...

SAN NICOLÒ ARCIDANO. «Nella zona P.I.P. non sono cominciati i lavori per la realizzazione dell'impianto di trattamento dei sottoprodotti di origine animale». Così il sindaco uscente di San Nicolò d'Arcidano, Emanuele Cera, risponde alle denunce di qualche giorno fa del comitato "Non è aria", che aveva mostrato, con documentazione fotografica, come nei lotti dove potrebbe sorgere l'impianto di biodigestione e cogenerazione elettrica fossero cominciate operazioni. «La ditta stava svolgendo indagini geologiche e geotecniche, necessarie e propedeutiche per i calcoli statici». Il progetto è stato presentato dalla cagliaritana BS Green e prevede la realizzazione di un impianto che tratti gli scarti animali di categoria 2 e 3 ricavandone del biogas da utilizzare per produrre energia elettrica: «A breve sarà firmato l'atto di compravendita dei lotti» afferma Cera, mentre è ancora in corso in Regione la procedura per decidere se il progetto necessita di valutazione di impatto ambientale. Il primo cittadino uscente, candidato senza rivali alle prossime elezioni comunali è il suo assessore all'Ambiente Davide Fanari, rigetta anche le accuse di poca trasparenza, mosse sempre dal comitato. «Tutto i procedimento è chiaro e lineare. Il nostro interesse è l’interesse di ogni amministratore che tiene alla propria comunità, non trascurando anche possibili occasioni di creare posti di lavoro».(dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes