Chiedeva rimborsi per viaggi di servizio che non faceva: sequestrati i beni di un medico dell'Oristanese

La truffa contestata dalla Guardia di finanza sarebbe andata avanti per 14 anni

ORISTANO. Per 14 anni è risultato residente in un comune, distante dai due ambulatori in due distinti comuni della provincia di Oristano nei quali prestava servizio come medico convenzionato con la Asl. Ma nella realtà abitava in uno dei due comuni nei pressi di uno degli ambulatori, a 20 chilometri dall'altro nel quale ugualmente si recava in servizio. I rimborsi chilometrici che ha presentato ogni mese a partire dal 2006 erano quindi fasulli. La truffa (aggravata in quanto commessa in danno del Servizio Sanitario Regionale) è stata scoperta dai militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di finanza di Oristano, nelle indagini coordinate in un primo momento dalla Procura della Repubblica di Oristano e, successivamente, dalla Procura della Repubblica di Cagliari.

Al medico, A.C., originario del Cagliaritano, indagato a piede libero, il Gip di Cagliari ha sequestrato il patrimonio composto da denaro sui conti correnti, fondi di investimento, un autoveicolo di pregio acquistato da pochi mesi nonché due vigneti, un appartamento e un box auto tutti in un comune della provincia di Cagliari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes