La nostalgia di Anna per la sua amata Festa

Mariangela Puddu, racconta il suo primo romanzo con tante emozioni legate alla Giostra più famosa

ORISTANO. «Le strade che percorrevo ad Oristano, le solite, avevano un profumo diverso. Il cielo era limpido e sentivo il calore della primavera in arrivo. Era Carnevale...».

La scrittrice cabrarese Mariangela Puddu inserisce la Sartiglia fra i ricordi più belli dell'infanzia di Anna, la protagonista del suo primo romanzo. Il Carnevale che viveva da bambina, con la musica ritmata dei tamburini e dei trombettieri, gli abiti dei cavalieri e le bardature dei cavalli, resta indelebile nel sul cuore, anche quando, per una disgrazia, deve abbandonare l'amata Sardegna e trasferirsi in un paesino sperduto dell'Emilia Romagna.

“Sulla scia dei ricordi”, è così un viaggio fra emozioni ed immagini che Mariangela fa vivere al lettore, portandolo, attraverso una trama elaborata e ricca di colpi di scena, ad amare le usanze più importanti del territorio dove è cresciuta, fra cui non può mancare la suggestiva giostra equestre.

«La storia non è autobiografica – spiega Mariangela – ma ha risvolti autobiografici: la nostalgia di Anna per la Sartiglia è quella che sentivo io quando per anni ho lavorato in una fabbrica nella Penisola. A me la Sartiglia ha sempre dato un'emozione pazzesca, con i suoi suoni, i suoi colori e quell'aria di festa che restano impressi in chiunque l'abbia vista almeno una volta. Così ho voluto inserirla nel mio romanzo, ambientato negli anni Ottanta, insieme ad altri momenti speciali della nostra comunità, come la festa di San Salvatore di Sinis o la sagra della bottarga, e alle nostre ricchezze, come il mare del Sinis, le spiagge di San Giovanni e Is Aruttas».

La scrittrice si era già cimentata sul tema lo scorso anno con un componimento poetico in rima baciata presentato al concorso di poesia 'Emozioni di Sartiglia', indetto dalla Fondazione.

Il suo lavoro, “La Sartiglia nel cuore”, è stato inserito in una successiva pubblicazione edita da Camelia Edizioni. “Sulla scia dei ricordi” è il secondo sforzo letterario di Mariangela, dopo la raccolta di racconti 'Brividi di emozioni'. Partita come una sorta di appendice del primo libro, la storia narrata nel romanzo ha avuto poi uno sviluppo proprio e assestante. «È un lavoro che mi ha tenuta impegnata tre anni – rivela – e al quale mi sono dedicata con passione nei mesi più difficili del Covid. Chi lo ha letto mi ha detto di essersi emozionato. In particolare per l'amore che fra le righe vede espresso per la nostra terra».

Speaker e conduttrice radiofonica per l'emittente 'Radio Golfo degli Angeli', Mariangela ha già cominciato a lavorare ad un secondo romanzo, sul quale però preferisce non sbilanciarsi troppo: «Posso dire che sarà diverso e avrà alcuni elementi del giallo. Ci sarà di mezzo anche un omicidio».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes