Oristano, incendio distrugge un capannone al fianco delle case abitate dai rom in via Rockefeller

L'intero complesso, al centro di polemiche per le condizioni in cui si alloggia

ORISTANO. Un incendio ha distrutto un capannone di proprietà del Comune attiguo alle case di via Rockefeller in cui abitano da molti anni diverse famiglie rom. Le fiamme si sono sviluppate all'interno della struttura attorno all'una del mattino.

Mentre i vigili del fuoco cominciavano il loro intervento durato diverse ore per spegnere le fiamme le famiglie rom che occupano le case per sicurezza sono state comunque fatte evacuare. Nel capannone il comune tiene arnesi e altra attrezzatura ormai inutilizzata che un tempo veniva usata per allestimenti del percorso della sartiglia

Tra gli sfollati ci sono anche diversi bambini, che sono stati assistiti anche dalle forze di polizia nelle fasi successive allo svilupparsi del rogo. L'intero complesso di case è da tempo al centro delle polemiche per la condizioni al limite della vivibilità. Negli anni scorsi si era provato più volte ad intervenire per trovare una soluzione e dare alle famiglie una sistemazione che poi non è mai arrivata

WsStaticBoxes WsStaticBoxes