Il Comune: «Stato di calamità per le gelate»

SEDILO. Il Comune ha chiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità naturale per le conseguenze delle gelate che hanno investito il comprensorio tra il 7 e il 9 aprile. La giunta ha...

SEDILO. Il Comune ha chiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità naturale per le conseguenze delle gelate che hanno investito il comprensorio tra il 7 e il 9 aprile. La giunta ha segnalato danni a colture, erbai e pascoli invocando azioni straordinarie in favore delle aziende agricole e zootecniche. Prima ancora l’allarme era stato lanciato dal Comune di Neoneli, che si era spinto oltre la richiesta degli indennizzi agli operatori penalizzati dal freddo intenso fuori stagione. L’amministrazione, infatti, aveva sollecitato anche lo studio e la realizzazione di sistemi di prevenzione per salvaguardare i vigneti, tra le coltivazioni più esposte agli effetti devastanti dei repentini cali delle temperature. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes